Strage nell'Egeo, morti 45 migranti tra cui 20 bambini

Naufragio nell'Egeo, 40 morti tra cui 20 bambiniE’ di almeno 45 vittime, tra cui 20 bambini, il bilancio di tre naufragi avvenuti nell’Egeo al largo delle coste greche tra giovedì notte e venerdì mattina. Nel primo caso, un barcone con a bordo 49 persone è affondato al largo dell’isola di Farmakonissi, nell’est dell’Egeo: 40 migranti sono riusciti a mettersi in salvo mentre 8, tra cui 6 bambini, sono annegati.

Poche ore dopo, un altro barcone con a bordo un numero imprecisato di persone, è affondato al largo dell’isola di Kalolimnos, a sud di Farmakonissi. La Guardia Costiera ha tratto in salvo 26 persone – 22 uomini e 4 donne – e recuperato 34 cadaveri, tra cui vi sarebbero 11 bambini. Le ricerche sono ancora in corso perché non è ancora certo il numero delle persone che erano a bordo del barcone.

Un terzo naufragio è avvenuto al largo della località costiera turca di Dydyma: finora sono stati recuperati i corpi di tre bambini. Sono centinaia i migrati morti dall’inizio dell’anno nella striscia di mare che collega la Turchia alle isole della Grecia.