20 Gennaio 2022

E’ giallo sui resti dell’aereo EgiptAir precipitato. Ipotesi bomba a bordo

Stessa categoria

Scomparso un areo EgiptAir in volo da Parigi al Cairo

Nella giornata di ieri era stato annunciato il ritrovamento dei resti dell’aereo Egyptair, l’Airbus A320-232, scomparso dai radar nella notte mentre era in volo fra Parigi e Il Cairo, ma la notizia è stata smentita. Secondo la Casa Bianca, è ancora troppo presto per dire cosa possa aver causato la caduta dell’aereo, ma l’ipotesi prevalente che comincia a farsi strada e quela di una bomba a bordo. L’Egitto ritiene più probabile che si tratti di terrorismo che non di un guasto. Il velivolo era stato costruito di recente.

L’aereo EgyptAir ha compiuto brusche virate ed ha improvvisamente perso quota prima di scomparire dai radar, ha detto il ministro della Difesa greco. Le ipotesi. “Si potrebbe trattare di un atto terroristico, ma al momento non abbiamo certezze”, ha detto il ministro dell’Aviazione egiziano Sherif Fatih in conferenza stampa, aggiungendo che “ci sono delle ipotesi, ma bisogna ancora analizzare tutte le informazioni raccolte”. Funzionari della sicurezza egiziana stanno eseguendo controlli sull’identità dei passeggeri per verificare eventuali loro collegamenti con estremisti. “Incidente o terrorismo, nessuna strada è da scartare né da privilegiare”, ha detto il presidente francese, Francois Hollande.

Le autorità greche sostengono di avere individuato due oggetti arancioni che si presume possano appartenere all’aereo Egyptair caduto. I due oggetti galleggiavano nel mare a 50 miglia a sud-est dall’area dove il volo è scomparso dai radar.

Le stesse fonti hanno precisato che gli oggetti sono stati trovati a 370 kilometri a sud-sud-est dell’isola di Creta, nello spazio aereo egiziano. Uno degli oggetti era di forma allungata, ha detto un funzionario che ha richiesto l’anonimato.

A dare per prima la notizia della scomparsa dell’aereo dell’Egyptair in volo da Parigi al Cairo, la stessa compagnia su Twitter.

Il volo MS804 era partito dall’aeroporto Charles de Gaulle alle 23:09 di ieri ed è scomparso dai radar alle 2:45, appena entrato nello spazio aereo egiziano; si trovava a un’altitudine di 37mila piedi (circa 11.300 metri).


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Avvocati contro il Green pass respinti con violenza dalla Polizia sotto la Cassazione

Gli agenti aggrediscono gli avvocati e spintonano la parlamentare Sara Cunial che supportava i legali. "Comportamento vergnognoso" La deputata: "Attacco fisico e verbale è atto gravissimo, siamo in dittatura"

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER