3 Luglio 2022

Parigi, militante Isis spara a polizia e ruba arma ad agente di Orly. Ucciso

Stessa categoria

La polizia francese all'aeroporto Orly di Parigi. A destra l'assalitore ucciso
La polizia francese all’aeroporto Orly di Parigi. A destra l’assalitore ucciso

Paura a Parigi, dove un un cittadino francese, un musulmano radicalizzato, ha prima sparato a un posto di blocco contro la polizia e poi, prima di essere neutralizzato, ha rubato un’arma ad un militare di guardia all’areoporto Orly della capitale e si stata dirigendo verso il McDonald’s.

L’uomo, classe 1978, è ucciso da un agente della polizia di frontiera. Il 39enne si è lanciato contro un agente della polizia di frontiera dell’operazione antiterrorismo “Sentinelle”, di ronda al terminal Sud di Orly con altri colleghi in mimetica e con l’arma a tracolla, come prevedono le regole dello stato d’emergenza. L’assalitore avrebbe strappato l’arma al militare ma sarebbe subito stato abbattuto prima di riuscire ad utilizzarla.

Immediato l’intervento degli artificieri, che non hanno trovato tracce di esplosivo all’interno dell’aeroporto di Orly. In precedenza a nord della capitale un agente è rimasto ferito dopo che un uomo – probabilmente quello ucciso a Orly – gli ha sparato a un posto di bocco.

Il sospetto ha sparato contro tre poliziotti dopo che era stato fermato a un posto di blocco a Stains, a nord della città, intorno alle 7 di mattina. Quindi è riuscito a rubare, in successione, due auto durante la fuga: una è stata poi trovata abbandonata all’aeroporto di Orly.

L’uomo aveva 39 anni ed era già noto alle forze dell’ordine francesi per reati di droga. La sezione antiterrorismo della procura di Parigi ha aperto un’inchiesta per indagare sul caso.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

La crisi Ucraina spacca il governo italiano. Di Maio lascia il M5S: “Basta ambiguità”

"Scelta sofferta" del ministro ed ex capo politico dei 5s, che non saranno più la prima forza in Parlamento. Una settantina I parlamentari che confluiranno in "Insieme per il Futuro"

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER