26 Febbraio 2024

Attentato a Londra, c’è l’Isis dietro l’assalto a Westminster

Correlati

Il terrorista a Londra circondato dagli agenti a Londra. Cerchiato il coltello dell'aggressore
Il terrorista a Londra circondato dagli agenti a Londra. Cerchiato il coltello dell’aggressore (Ansa)

Brutale attacco terroristico a Londra, dove un uomo sui 40 anni dai tratti asiatici (si parla di un giamaicano cittadino inglese) ha prima falciato la folla sul ponte di Westminster, dove c’è il Big Bang, e poi ha accoltellato alcuni poliziotti di guardia all’ingresso del Parlamento britannico.

Il bilancio è di 4 morti e almeno una ventina di feriti, di cui alcuni in gravi condizioni. L’attacco è definito da Scotland Yard di matrice “terroristica”. Nessuna rivendicazione al momento,  ma le modalità dell’attacco sono proprie dell’Isis nella cui galassia gravitano lupi solitari che sono radicalizzati o ispirati dal califfato.

L’uomo, che è stato poi neutralizzato, a bordo di un’auto 4×4 si è lanciato ad alta velocità sul ponte e ha travolto decine di persone come è avvenuto con i Tir nella strage di Natale a Berlino e prima ancora a Nizza, in Francia.

Poi è sceso dall’auto e si è diretto verso il Parlamento inglese con l’intento di colpire il cuore delle istituzioni britanniche: nell'”Houses of Parliament” c’era il primo ministro inglese Theresa May che assisteva alla seduta in corso. Alla notizia dell’attacco è stata subito portata via.

“Era tarchiato e vestito di nero con una lunga arma in pugno”, hanno detto testimoni. I poliziotti hanno tentato di fermarlo e, prima di essere ucciso, è riuscito a sferrare alcune coltellate a un agente, che risulta deceduto. I soccorritori hanno fatto di tutto per salvargli la vita ma è morto tra gli sguardi increduli dei colleghi.

L’attacco è avvenuto nell’anniversario dell’attentato terroristico di Bruxelles, avvenuto il 22 marzo 2016 con lo spaventoso bilancio di 35 morti e oltre 150 feriti. L’attacco nella capitale belga, è stato scagliato simultaneamente all’aeroporto di Zaventem e nella metropolitana di Maalbeek. L’attentato era stato rivendicato dall’Isis.

Nel corso dell’attacco, i punti strategici della metropoli sono stati blindati. E’ massima allerta. Si sospetta che l’attacco possa essere replicato da gruppi (o cani sciolti) vicini all’estremismo islamico. Cancelli chiusi e guardie armate a difesa di Buckingham Palace, la residenza della regina d’Inghilterra, che si trova a pochi passi da Westminster.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Si vota per le regionali in Sardegna, 1,4 milioni gli elettori chiamati alle urne

Urne aperte dalle 6.30 di oggi 25 febbraio in Sardegna per le elezioni regionali. Cominciano le operazioni di voto...

DALLA CALABRIA

Scrontro frontale nel crotonese, due morti e due feriti gravi

Due giovani, un ragazzo e una ragazza sono morti e due sono feriti gravemente feriti in un incidente stradale...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)