1 Ottobre 2022

Violento terremoto M. 7.2 in Messico. Molte vittime

Correlati

Un edificio crollato dopo il terremoto in Messico
Un edificio crollato dopo il terremoto in Messico (Twitter El Heraldo)

Un nuovo potente terremoto di magnitudo 7.4 ha colpito all’ora di pranzo (13.14) il Messico centrale, quando in Italia erano le 20:14. L’epicentro è tra Puebla e Axochiapan en Morelos, regioni ad oltre un centinaio di chilometri da Città del Messico, dove c’è stato panico, danni e qualche vittima.

Al momento il bilancio provvisorio parla di una sessantina di vittima e centinaia di feriti, si legge su siti locali, molte delle quali nello Stato di Morelos”, la cui capitale, Cuernavaca è stata gravemente colpita dal sisma, ha annunciato su Twitter il governatore dello Stato Graco Ramirez.

DRAMMA BAMBINI SEPOLTI SOTTO UNA SCUOLA – Preoccupa la situazione a Mexico City dove dono crollati diversi edifici tra cui una scuola con all’interno un numero imprecisato di bambini sepolti ora sotto le macerie. sul posto stanno scavando tutti, anche a mani nude.

Il sisma, secondo testimonianze apparse sui social è stato breve ma fortissimo e ha costretto la popolazione a riversarsi spaventata in strada. Al momento si hanno notizie frammentarie, ma vi sarebbero danni a strutture e persone. “E’ stato un sisma devastante”, hanno detto le autorità”, per potenza e profondità si teme il peggio. Secondo l’Emsc, la rottura di faglia sarebbe stata localizzata a 30 km di profondità.

Secondo l’istituto di geologia statunitense (Usgs) e dal Sismologico Nacional‏ il sisma, stimato in magnitudo 7.1, si è verificato a 5 chilometri da Raboso, a pochi km da Puebla, nell’area centrale del paese che è densamente abitata.

LE PRIME IMMAGINI DEL SISMA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Appena qualache giorno fa, il 7 settembre, c’era stato il violento terremoto di magnitudo 8,2 gradi della scala Richter nel quale hanno perso la vita 100 persone e numerosi feriti, oltre a numerosi crolli.

Il sisma era stato localizzato in mare, a sud del Messico, a largo delle coste del Chiapas e al confine col Guatemala. La maggior parte delle vittime sono state registrate a Oaxaca, dove ieri mattina (pomeriggio da noi) si è verificata un’altra scossa di magnitudo 6.0.

In seguito al terremoto odierno, il traffico aereo verso l’aeroporto internazionale di Città del Messico, distante 123 chilometri dall’epicentro, è stato bloccato dopo il sisma. Mexico City e paralizzata come testimoniano numerosi video postati sui social.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

La Russia annette il Donbass. Il discorso di Putin: “Èlite occidentali arroganti. Noi Potenza sovrana”

Il presidente russo: "Non c'è più spazio per il colonialismo e l'egemonia degli Usa. La Russia oggi è tornata ad essere una grande Nazione, una grande potenza millenaria, un Paese di civiltà, e non ha intenzione di vivere secondo le regole truccate e fasulle dell'Occidente"

Vaccini covid, clamorosa conferma di un team di scienziati: “Nei sieri c’è il grafene”

La dottoressa indiana Poornima Wagh, fa parte di un gruppo di 18 scienziati provenienti da 7 paesi che hanno analizzato 2.305 campioni di "vaccini" Covid di 12 marchi diversi. Trovato di tutto, tranne ciò che è scritto nei bugiardini delle case farmaceutiche: "Altamente inquinati"

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER