Erutta vulcano in Giappone, sassi e lava sulla pista da sci

Carlomagno campagna ottobre 2018
vucano giappone
(Reuters)

Dopo 34 anni è tornato a eruttare il vulcano Kusatsu-Shirane, nella prefettura giapponese centro-orientale di Gunma. Il vulcano, situato vicino a un resort sciistico, dal 1983 non era più attivo. Il risveglio ha causato una valanga e la fuoriuscita di cenere e grandi massi di lava che sono finiti sulle piste da sci mentre c’erano turisti. Il bilancio è di un morto e almeno 16 feriti.

La vittima è un soldato, impegnato in un allenamento sulla pista. Tra i feriti ci sono 6 commilitoni della vittima che si stavano allenando. Grandi sassi e frammenti di lava incandescente sono caduti sulla pista colpendo sciatori e causando un fuggi fuggi generale.

Il monte Kusatsu-Shirane si trova a 150 chilometri a nord-ovest di Tokyo. Dopo la prima eruzione, sembra che dalla bocca non fuoriesca più magma. L’agenzia meteorologica giapponese ha allertato le persone di non salire sulla montagna, dicendo che non è possibile escludere altre eruzioni.