5 Marzo 2024

Precipita aereo di linea in Iran, 66 morti

Correlati

aereo Iran AsemanUn aereo iraniano con a bordo 66 persone, partito da Teheran e diretto nella città sudoccidentale di Yasuj, si è schiantato a sud di Isfahan. Non ci sono sopravvissuti. Lo riferisce la tv iraniana Press tv che cita il portavoce della compagnia aerea iraniana. Il velivolo era scomparso dal radar poco dopo il decollo. Scattato l’allarme, un elicottero ha cercato di raggiungere la zona dello schianto, ma non è riuscito ad atterrare a cause delle pessime condizioni meteo.

L’aereo si è schiantato nella zona montagnosa vicino al villaggio di Samirom, nella provincia di Isfahan. I detriti dell’ATR-72 sono stati ritrovati nonostante le pessime condizioni meteorologiche. Tra i 66 passeggeri a bordo c’era anche un bambino mentre sei erano i membri dell’equipaggio. Al momento le cause dell’incidente sono ignote.

Il presidente iraniano, Hassan Rohani, ha chiesto al ministro dello Sviluppo urbano, Abbas Akhundi, di indagare sulle cause del disastro. L’ATR-72 precipitato appartiene alla compagnia Aseman.

Il velivolo era partito da Teheran, diretto alla città di Yasuj, quando è scomparso dal radar: 50 minuti dopo l’allarme che si era schiantato in una zona montagnosa nella provincia di Isfahan. Le squadre di emergenza hanno tentato di raggiungere la zona dove sono stati individuati i rottami dell’aereo, ma neve e fitta nebbia rendono difficili le operazioni e al momento le ricerche sono state sospese.

Al momento del decollo da Teheran, riferisce il portavoce della compagnia aerea, Reza Jafarzadeh, non sono stati segnalati problemi tecnici. L’azienda conta 6 velivoli ATR72-200, tre dei quali vengono usati per i voli interni. L’aereo che si è schiantato oggi non fa comunque parte dei velivoli acquistati di recente dall’Iran.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Nazioni Unite: “Gaza è una polveriera che può innescare una guerra più ampia”

Il capo dei Diritti umani dell'Onu Volker Turk afferma che è essenziale evitare una conflagrazione del conflitto, che potrebbe avere ripercussioni sulla regione del Medio Oriente e oltre

DALLA CALABRIA

‘Ndrangheta, condannato a 20 anni un pentito accusato di aver ucciso il padre

Il gip di Vibo Valentia, Barbara Borelli, ha condannato a 20 anni di reclusione, con l'accusa di omicidio, occultamento...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)