Sparatoria a Toronto, un morto e 13 feriti. Ucciso l’attentatore

Un uomo armato ha sparato contro i passanti alla periferia della città colpendo 14 persone. Si indaga per capire la matrice, se sia un gesto di un folle o di un terrorista.

Carlomagno campagna novembre 2018

sparatoria TorontoE’ di due morti e 13 feriti il bilancio di una sparatoria nel quartiere periferico di Toronto di Greektown. Secondo quanto ha riferito il capo della polizia, Mark Saunders, le vittime sono l’attentatore ed una donna. Una ragazza, invece, è in condizioni critiche. La Polizia non esclude il terrorismo.

Le persone sono state colpite dai colpi di pistola esplosi in strada. Alcuni dei feriti sono stati medicati all’aperto, mentre altri sono stati trasportati negli ospedali della zona.

Il portavoce della polizia, Mark Pugash, ha chiarito che è ancora troppo presto per capire se si tratti di un atto terroristico o di altro. L’attentatore è stato ripreso in un video amatoriale mentre apriva il fuoco contro le persone.

Nel filmato, che è stato pubblicato sui principali social network, si vede un uomo vestito di nero, a volto scoperto, e con un cappello in testa mentre si avvicina ad un edificio estrae la pistola ed esplode alcuni colpi.

Non è ancora chiaro cosa abbia spinto l’uomo, ha detto la polizia che indaga seguendo tutte le piste, incluso quella del terrorismo, ha detto Saunders citato dalla Cnn.
Il sindaco di Toronto, John Tory, ha esortato a non trarre conclusioni affrettate sulla matrice della sparatoria. L’attentatore, che aveva una pistola, è morto a causa di una ferita d’arma da fuoco, probabilmente durante lo scontro a fuoco con gli agenti. La Polizia non esclude infatti che l’uomo si sia suicidato.