29 Giugno 2022

Attacco a Moschee in Nuova Zelanda. E’ un massacro: 49 morti e decine di feriti

Strage in due Moschee affollate di fedeli mentre pregavano. Arrestate 4 persone, tra cui una donna. Erano armate fino ai denti

Stessa categoria

feriti nuova zelandaE’ salito a 49 vittime e una cinquantina di feriti, di cui 20 in gravi condizioni, il drammatico bilancio di alcune sparatorie avvenute venerdì a pranzo (ora locale) in due moschee della città di Christchurch, in Nuova Zelanda.

L’autore della strage si chiama Brenton Tarrant ed è un australiano bianco di 28 anni. L’uomo, originario dello Stato di New South Wales, sulla costa orientale del Paese, avrebbe lasciato un “manifesto” anti immigrati e anti islamici di diverse pagine. Altri due uomini e una donna sono stati arrestati. Al momento le notizie sono frammentarie, ma il gruppo, secondo quanto riporta la stampa locale aveva pianificato l’attacco da tempo e nei minimi particolari. Si tratta di un attentato terroristico in stile jihadista, ma con estrazione di estrema destra, con vittime musulmane che pregavano nelle moschee locali.

Le autorità hanno chiesto ai residenti di chiudersi in casa. La polizia ha disinnescato un certo numero di ordigni esplosivi improvvisati trovati all’interno di veicoli o presso di essi. Verosimilmente l’obiettivo del gruppo era fare una carneficina.

Il primo ministro della Nuova Zelanda, Jacinda Ardern, ha descritto le sparatorie come un attacco terroristico: “E’ uno dei giorni più bui del paese”, ha detto Ardern.

Secondo il quotidiano della Nuova Zelanda “NZ Herald” dieci persone sono state uccise nella moschea di Linwood, e 30 in quella vicina a Hagley Park. Secondo testimoni citati dai media il gruppo, o il solo autore, era armato fino ai denti con fucili mitragliatori, pistole e bombe a mano.

Sui social, prima di essere eliminato, appariva un video girato dal terrorista con una microcamere piazzata su un casco che mostra mentre spara nelle Moschee. Si nota lo sparatore con un mitragliatore fare fuoco a volontà sui corpi inermi dei fedeli rannicchiati a terra. Nel video, che dura 17 minuti, si vede il folle finire le munizioni andare in auto riprendere altri caricatori e tornare per sparare ancora.

Su alcuni caricatori il terrorista aveva inciso alcuni riferimenti ad attacchi islamici in Europa, e alcuni nomi, tra cui Luca Traini, l’autore a febbraio 2018, degli spari sui migranti a Macerata.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

La crisi Ucraina spacca il governo italiano. Di Maio lascia il M5S: “Basta ambiguità”

"Scelta sofferta" del ministro ed ex capo politico dei 5s, che non saranno più la prima forza in Parlamento. Una settantina I parlamentari che confluiranno in "Insieme per il Futuro"

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER