Terribile a Istanbul, aereo atterra e si spezza in tre: 120 feriti. Gravi i piloti

L'aereo, della compagnia turca Pegasus Airlines era partito dalla provincia di Smirne. Appena ha toccato terra a Istanbul è sbandato finendo la sua corsa fuori dalla pista, prendendo fuoco. A bordo 177 persone


Una tragedia di grandi proporzioni è stata sfiorata a Istanbul dove un aereo di linea con 177 passeggeri a bordo al momento dell’atterraggio si è spezzato in tre parti dopo essere uscito dalla pista dell’aeroporto internazionale Sabiha Gokcen. Fortunatamente non ci sono vittime, ma 120 persone sono rimaste ferite, compresi i membri dell’equipaggio, di cui due piloti che sarebbero in gravi condizioni.

L’aereo, della compagnia turca “Pegasus Airlines” era partito dalla città di Izmir, ma appena ha toccato terra a Istanbul, probabilmente per un atterraggio duro, è sbandato finendo la sua corsa in una collinetta accanto alla pista, dove si è spaccato e ha preso fuoco, poi subito domato dai pompieri.

Dalle immagini diffuse l’aeromobile appare spazzato in tre parti: in coda, nel tronco centrale e nella parte anteriore. L’aereo è poi stato evacuato e i feriti sono stati trasferiti in ospedale, ha fatto sapere il ministro dell’Interno turco. Tra loro ci sarebbero due bambini. Per gli altri passeggeri un enorme spavento. Una esperienza terribile che resterà viva per molto tempo.

Indagini sono in corso per accertare le cause. Ad aprire un fascicolo sull’incidente l’autorità giudiziaria di Ankara, fa sapere l’agenzia di stampa Anadolu. L’aeroporto è stato temporaneamente chiuso al traffico aereo. Tutti i voli “da e per” sono stati cancellati in attesa dei rilievi tecnici.

Le immagini trasmesse dalle tv turche mostrano il Boeing che atterra ma non riesce a frenare, fino a uscire dalla pista e schiantarsi contro un muro. Restano incerte al momento le cause dell’incidente. Quando il velivolo è atterrato, alle 18:18 locali (le 16:18 in Italia), su Istanbul c’era forte vento e una pioggia insistente.

Secondo alcuni esperti intervistati dai media turchi, queste difficili condizioni atmosferiche potrebbero aver contribuito alla perdita di controllo del mezzo. Ma non si esclude neppure che il Boeing abbia iniziato in ritardo, ad una altezza ed a una velocità eccessiva le manovre d’atterraggio per un errore dei piloti. Il ministro dei Trasporti turco Cahit Turan ha parlato di un “forte atterraggio”, senza precisarne i motivi.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb