In Cina si usano i droni per dare informazioni a distanza sul coronavirus

E' una misura per aiutare a prevenire e controllare il nuovo coronavirus. Nello specifico si tratta di un sistema di registrazione online per i veicoli che rientrano in città


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

In Cina si usano i droni per dare informazioni a distanza agli automobilisti sul coronavirus. Un drone con un cartello con codice QR è stato visto vicino a un casello autostradale di Shenzhen, nella provincia del Guangdong, Cina meridionale.

Il piccolo oggetto volante, spiega l’agenzia Xinhua, è una misura per aiutare a prevenire e controllare il nuovo coronavirus. Nello specifico si tratta di un sistema di registrazione online per i veicoli che rientrano a Shenzhen, in modo da avere contezza di chi esce e chi entra in città, altra megalopoli di oltre 12 milioni di abitanti non lontana da Honk Kong.

Per aumentare l’efficienza, i poliziotti locali hanno usato i droni per trasportare un codice QR alle uscite dell’autostrada per consentire ai conducenti di registrarsi scannerizzando il codice coi telefonini e favorire, quindi, meno contatti con altre persone.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM