Covid-19, Bolsonaro: “Il Brasile non si può fermare”

Carlomagno Jeep Renegade Sett. 2020 Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb

Il governo brasiliano ha lanciato una campagna con un breve video, accompagnato dall’hashtag #oBrasilNãoPodeParar (il Brasile non si può fermare), in difesa delle posizioni adottate dal presidente Jair Bolsolaro, che si oppone alle misure varate da autorità statali e municipali che restringono l’attività economica e impongono l’isolamento sociale.

Nel video – di poco meno di un minuto e mezzo e lanciato su Facebook dal senatore Flavio Bolsonaro, figlio del presidente – si vedono diverse categorie di brasiliani per i quali, secondo quanto dice la voce narrante, “il paese non si può fermare”: sono i “40 milioni di lavoratori autonomi”, dai commercianti agli architetti, dalle domestiche agli avvocati e i venditori ambulanti, senza dimenticare gli stessi malati di coronavirus, “che dipendono dall’assistenza sanitaria e dall’arrivo delle medicine”.

In Brasile, secondo i dati della Hopkins University di Baltimora, ci sono ad oggi, 27 marzo, 3.027 casi positivi, 77 decessi e sei guariti. Il governo di Bolsonaro ha lanciato un programma da 40 miliardi di dollari per finanziare le piccole e medie imprese.

Il presidente Bolsonaro – è scritto in un twett del governo – ha annunciato nuove misure per mantenere il sistema sanitario funzionante e garantire il reddito dei lavoratori. Le azioni includono il credito per gli imprenditori per pagare i dipendenti e altri tipi di finanziamenti e agevolazioni.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb