4 Marzo 2024

Terremoto in Indonesia, 56 i morti. Si scava ancora tra le macerie

Correlati

E’ salito a 56 morti il bilancio del violento terremoto che ha scosso venerdì scorso l’isola di Sulawesi, in Indonesia. Lo riferiscono le autorità, mentre si continua a cercare tra le macerie nella speranza di trovare ancora dei sopravvissuti.

Il terremoto di magnitudo 6,2 ha lasciato migliaia di persone senza tetto e ha fatto centinaia di feriti, scatenando il panico tra gli abitanti dell’ovest dell’isola, già devastata nel 2018 da un fortissimo terremoto seguito da un devastante tsunami che ha provocato 4.300 morti.

Per due giorni decine di corpi senza vita sono stati rimossi dalle macerie di edifici crollati a Mamuju, la capitale della provincia. Altre vittime sono state trovate più a sud, dove sabato mattina è stata avvertita una forte scossa di assestamento. Cibo e attrezzature di emergenza sono stati spediti sull’isola in aereo e via mare, e la Marina ha inviato una nave medica per integrare gli ospedali ancora funzionanti, sopraffatti dall’afflusso di feriti.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Analista media russo: “L’Occidente fa sua la sconfitta dell’Ucraina”

"Sta diventando sempre più chiaro che l’errore principale dell’Occidente non è stato nemmeno il tentativo di sconfiggere la Russia in Ucraina (cioè la scommessa di mantenere Kiev nella propria orbita), ma piuttosto equiparare la vittoria della Russia alla propria sconfitta"

DALLA CALABRIA

Locride, maxi sequestro di droga e armi da parte dei carabinieri

L’arsenale e l'ingente quantitativo di stupefacente erano occultati in parte all’interno di un’intercapedine creata ad hoc nel sottotetto di un’abitazione. Arrestata una persona

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)