Membro del Congresso Usa prende il Covid dopo un mese dalla seconda dose

Carlomagno Jeep Compass Febbraio 2021
Stephen Lynch, membro democratico del Congresso americano

Un membro del Congresso americano, il democratico Stephan Lynch, del Massachusetts, è risultato positivo al Covid dopo quasi un mese aver fatto la seconda dose del vaccino Pfizer-Biontech. L’esponente politico è in isolamento.

Lynch ha ricevuto due dosi del vaccino molto tempo prima dell’inaugurazione del presidente Joe Biden, il 20 gennaio scorso, dove si è presentato alla cerimonia con un test negativo, scrivono i media americani.

In una dichiarazione di Molly Rose Tarpey, portavoce di Lynch, citata dalla Cbs il 31 gennaio, spiega che il membro del congresso “è risultato positivo al COVID-19 venerdì (29 gennaio) dopo che all’inizio del mese aveva ricevuto la seconda dose del vaccino Pfizer”. La vaccinazione negli Usa è partita con largo anticipo rispetto all’Ue.

Ciò significa che i 7 giorni dopo la seconda dose sono ampiamenti passati. Nelle istruzioni del colosso farmaceutico, nonché in quelle delle agenzie del farmaco Fda (Usa) ed Ema (Ue) che hanno autorizzato in emergenza e con condizionalità il “Comirnaty” è scritto che il vaccino Pfizer dà l’immunità dopo una settimana dalla seconda iniezione. Dalla prima inoculazione devono passare tre settimane (21 giorni), mentre dalla seconda dose bisogna attendere una settimana affinché il siero abbia una efficacia del 95%, secondo quanto dichiarato a novembre.

Un altro membro del congresso americano, la democratica del Massachusetts, Lori Trahan, ha annunciato giovedì che anche lei era risultata positiva al Covid. Entrambi i democratici affermano di stare bene e sarebbero asintomatici.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb
Seguici anche su TELEGRAM