30 Novembre 2022

Russia: Da Kiev e GB attacchi terroristici alla flotta navale che presidia il trasporto del grano

Accuse di Mosca al regime di Kiev e alla Gran Bretagna per aver attaccato la flotta russa nel mar Nero in presidio di sicurezza al trasporto di alimenti agricoli nei corridoi del grano verso la Turchia

Correlati

“Il regime di Kiev ha effettuato un attacco terroristico alle navi della flotta russa del Mar Nero e alle navi civili a Sebastopoli, utilizzando droni”, ha detto sabato ai giornalisti il ministero della Difesa russo. Lo riporta la Tass. Per questo motivo il Cremlino ha deciso di sospendere il trasporto del grano sui corridoi nel mar Nero. Grano destinato prevalentemente ai paesi più poveri, affermano i russi.

“Oggi alle 04:20, il regime di Kiev ha effettuato un attacco terroristico contro navi della flotta del Mar Nero e navi civili”, ha affermato il ministero.

Secondo la dichiarazione, nell’attacco sarebbero stati coinvolti nove droni e sette veicoli marini autonomi senza pilota. “Tutti gli obiettivi aerei sono stati distrutti”, ha detto il ministero.

Le navi della flotta del Mar Nero che sono state attaccate sabato 29 ottobre 22 sono state coinvolte nel garantire la sicurezza del corridoio del grano utilizzato per esportare prodotti agricoli dai porti ucraini. “Le navi della flotta del Mar Nero che sono state l’obiettivo dell’attacco terroristico sono coinvolte nel garantire la sicurezza del corridoio del grano nell’ambito dell’iniziativa internazionale per esportare prodotti agricoli dai porti ucraini”, ha affermato il ministero della Difesa russo.

Secondo il governatore di Sebastopoli (Crimea), Mikhail Razvozhaev, l’attacco delle forze armate ucraine con l’uso di droni nelle acque della baia di Sebastopoli sabato è stata l’offensiva più massiccia dall’inizio dell’operazione speciale. “Oggi abbiamo assistito al più massiccio attacco di UAV e droni di superficie telecomandati nelle acque della baia di Sebastopoli nella storia [dell’operazione militare speciale]”, ha detto Razvozhaev. Ha osservato che tutte le trasmissioni delle telecamere a circuito chiuso a Sebastopoli che in precedenza erano disponibili per i civili saranno chiuse.

Esperti britannici
Riporta la Tass citando i russi, che nel sabotaggio dei gasdotti Nord Stream nel Baltico sono stati coinvolti anche esperti della Royal Navy britannica, che stava preparando il personale militare del 73° Centro per le operazioni speciali marittime dell’Ucraina per il recente attacco terroristico a Sebastopoli.

“Secondo le informazioni a nostra disposizione, i rappresentanti della Marina britannica hanno partecipato alla pianificazione, al supporto e all’esecuzione dell’atto terroristico nel Mar Baltico il 26 settembre al fine di interrompere i gasdotti Nord Stream e Nord Stream 2”, riporta l’agenzia.

Secondo il ministero, esperti britannici hanno anche preparato l’esercito ucraino per l’attacco terroristico a Sebastopoli. “La preparazione di questo atto terroristico e l’addestramento del personale militare del 73° Centro operativo speciale marittimo ucraino sono stati effettuati sotto la guida di specialisti britannici situati nella città di Ochakov, nella regione di Nikolaev”, ha affermato il dipartimento.

Il ministero ha riferito in precedenza sabato che l’Ucraina ha effettuato un attacco terroristico alle navi della flotta del Mar Nero e alle navi civili a Sebastopoli, utilizzando droni. “Oggi alle 04:20, il regime di Kiev ha effettuato un attacco terroristico contro navi della flotta del Mar Nero e navi civili”, ha affermato il ministero.

Secondo la dichiarazione, nell’attacco sono stati coinvolti nove droni e sette veicoli marini autonomi senza pilota, tutti i bersagli aerei sono stati distrutti.

La Russia sospende l’accordo sul grano dopo l’attacco terroristico a Sebastopoli – Ministero della Difesa

La Russia sospende la sua partecipazione all’accordo sul grano dopo l’attacco terroristico di Sebastopoli alle navi da guerra della flotta del Mar Nero e alle navi commerciali impiegate per la sicurezza del corridoio del grano, ha affermato sabato il ministero della Difesa russo in una nota.

“Tenendo conto dell’atto di terrorismo commesso dal regime di Kiev con la partecipazione di specialisti britannici il 29 ottobre 2022 contro le navi della Flotta del Mar Nero e le navi civili impiegate per salvaguardare la sicurezza del corridoio del grano, la Russia sospende la sua partecipazione all’attuazione degli accordi sulle esportazioni di prodotti agricoli dai porti ucraini”, si legge nella nota.

Il ministero della Difesa russo ha riferito all’inizio della giornata che il regime di Kiev aveva effettuato un attacco terroristico alle navi da guerra della flotta del Mar Nero e alle navi civili a Sebastopoli, utilizzando nove droni e sette veicoli marini autonomi di superficie. Tutti loro sono stati distrutti.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Falso in bilancio, si dimette l’intero Cda della Juventus

Dopo dodici anni lascia anche il presidente Andrea Agnelli. Gianluca Ferrero sarà il nuovo presidente. Alla base della decisione il coinvolgimento nell'indagine Prisma per falso in bilancio e dalle contestazioni della Consob

DALLA CALABRIA

Caso Bergamini, Padovano svela: “Denis ricevette una telefonata che lo stranì”

"Quel sabato mattina era normale, nel pomeriggio ricevette una telefonata che lo stranì ma non conosco il contenuto della...

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER