22 Aprile 2024

Guerra in Ucraina, visita lampo e a sorpresa di Biden a Zelensky

Correlati

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha fatto una visita lampo e a sorpresa al presidente ucraino Volodymyr Zelensky. I due si sono incontrati a Kiev dove, dopo un faccia a faccia nella sede del governo, hanno fatto un giro in centro per la gioia di fotografi, cameramen e giornalisti. Martedì a Kiev sarà la volta di Giorgia Meloni che oggi è stata a Varsavia, in Polonia, dove ha incontrato il premier polacco Morawiecki e il presidente Duda.

La premier italiana si recherà nella capitale ucraina in treno per incontrare il presidente ucraino. Sempre domani, intanto, il ministro degli esteri cinese si recherà a Mosca per incontrare Vladimir Putin (che domani parla all’assemblea nazionale), e proporre un piano per la pace tra Russia e Ucraina.

Centro bloccato per il capo della Casa Bianca
Questa mattina le strade del centro di Kiev sono state bloccate al traffico e diversi giornalisti locali hanno iniziato a parlare dell’imminente arrivo di una “importante delegazione”. Successivamente sui social sono circolati alcuni video che mostravano un convoglio attraversare le strade deserte della capitale in mezzo a imponenti misure di sicurezza. Quindi un filmato del leader Usa con il presidente ucraino. E’ la prima visita di Biden in Ucraina dall’aggressione militare russa lo scorso 24 febbraio. La sua è stata definita una visita storica, sebbene in un paese in guerra.

“La tua visita è un segnale estremamente importante di sostegno a tutta l’Ucraina”, ha detto il presidente ucraino condividendo la foto della loro stretta di mano. Zelensky ha ricevuto Biden a piazza Mikhailovskaya, riporta l’emittente Avia.Pro, spiegando che i due leader hanno reso omaggio agli eroi caduti nella guerra.

BIDEN – “Un anno fa il mondo si aspettava la caduta di Kiev” e ”la fine dell’Ucraina, ma un anno dopo Kiev è ancora qui, l’Ucraina è ancora qui e la democrazia è ancora qui resiste”, ha detto Biden nel corso di una conferenza stampa congiunta, ribadendo che gli Stati Uniti resteranno “a fianco dell’Ucraina per tutto il tempo necessario”. “Gli Stati Uniti sono con lei, il mondo è con lei”, ha aggiunto Biden rivolto a Zelensky, affermando di ”ricordare bene quando nel corso di una telefonata la notte dell’invasione ho chiesto cosa potessi fare e come poterla aiutarla. Lei mi ha risposto ‘riunisca i leader del mondo e gli chieda di sostenere l’Ucraina”’.

“La guerra di conquista di Putin sta fallendo. L’esercito russo sta perdendo i territori occupati. I soldati russi stanno scappando dall’esercito e le persone dalla Russia stessa, perché non vedono futuro nel loro Paese”, ha rimarcato Biden, sottolineando che ”l’economia russa sta rallentando, è isolata nella sua lotta. Putin pensava che l’Ucraina fosse debole e l’Occidente fosse diviso. Ma noi siamo rimasti uniti, la Nato è rimasta unita e lui non è stato in grado di dividerci”.

Nel corso della visita l’inquilino della Casa Bianca ha poi annunciato altri 500 milioni di dollari in aiuti . Il nuovo pacchetto, ha precisato, prevedrà equipaggiamento militare, munizioni di artiglieria, armi anticarro portatili e obici. “In settimana arriveranno nuove sanzioni nei confronti della Russia”, ha aggiunto Biden confermando il “sostegno all’integrità territoriale dell’Ucraina”. “Kiev ha conquistato una parte del mio cuore. Presidente Zelensky lei mi onora a ospitarmi qui per incontrare i suoi soldati, i leader diplomatici, gli uomini dell’intelligence… E’ incredibile come tutti si siano fatti avanti per sostenere il Paese”, ha detto Biden.

ZELENSKY – “Speriamo che il 2023 diventi l’anno della vittoria”, ha dichiarato dal canto suo Zelensky, che ha lodato il fatto che Ucraina e Stati Uniti condividano “una visione comune” e ha assicurato che continuerà a fare tutto quanto è possibile per assicurarsi che il mondo democratico “vinca questa storica battaglia”. “Abbiamo già raggiunto risultati storici, anche grazie agli alleati, agli Stati Uniti. Ringrazio il presidente Biden, il suo lo staff, il Congresso americano, per la sua presenza a Kiev, per il livello di cooperazione con noi. E’ importante, ha sottolineato, che sia venuto oggi, ad un anno dall’invasione”, e questo dimostra – ha osservato – “quanto resiliente” sia stata l’Ucraina “quanto abbia resistito”.

“Sicuramente riusciremo a conquistare altri obiettivi, anche sul campo di battaglia, a liberare altre porzioni di territorio, continuando a sostenere i soldati ucraini”, ha detto. “Gli Stati Uniti non hanno sostenuto il paese solo con la solidarietà, con le parole ma anche fornendo sistemi di difesa aerea, i missili Patriot, un equipaggiamento cruciale che ha permesso al nostro esercito di difendersi e di resistere”, ha affermato il leader ucraino. “So – ha aggiunto – che ci sarà un pacchetto di misure di sostegno all’Ucraina nelle prossime settimane e questo è un segno chiaro della posizione che hanno deciso di assumere gli Stati Uniti, che ci aiuterà sicuramente a difendere le nostre città, i nostri cittadini dall’aggressione e dall’invasione da parte della Russia e che alla fine ci porteranno alla vittoria”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Incidente nel Salernitano, conducente Suv positiva a droga e alcool

E' risultata positiva all'alcoltest ed anche alla cocaina, ma quest'ultima positività deve essere confermata da un controesame, la 31enne...

DALLA CALABRIA

Trovato morto uomo scomparso nel Cosentino

E' stato ritrovato cadavere, in una zona impervia del comune di Aiello Calabro, in provincia di Cosenza, l'uomo di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)