1 Marzo 2024

Ucraina, Cremlino: “Adesione di Kiev alla Nato è minaccia seria. Bisogna prevenire”

Correlati

“Prevenire l’adesione dell’Ucraina alla NATO rimane uno degli obiettivi dell’operazione militare speciale da parte della Russia”. Lo ha detto giovedì ai giornalisti il ​​portavoce del Cremlino Dmitry Peskov citato dalla Tass.

“Certo, perché, altrimenti, questo rappresenterà una minaccia seria e significativa per la sicurezza del nostro Paese”, ha detto il portavoce, rispondendo a una domanda.

Commentando la visita del segretario generale della NATO Jens Stoltenberg a Kiev, Peskov ha affermato che il Cremlino non ha valutazioni sulle prospettive dell’adesione dell’Ucraina all’alleanza. “No, il Cremlino non ha valutazioni di prospettive”, ha osservato.

Oggi, l’ufficio stampa della NATO ha dichiarato alla Tass che Stoltenberg è attualmente in Ucraina. Secondo una fonte diplomatica a Bruxelles, la visita di Stoltenberg a Kiev è diventata l’ultimo elemento di preparazione per l’incontro del gruppo di contatto sull’Ucraina alla base aerea tedesca di Ramstein il 21 aprile.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Da Israele nuovo massacro a Gaza. Uccisi oltre cento palestinesi in coda per il cibo

Nuova carneficina dell'esercito israeliano nella Striscia di Gaza. Oltre cento palestinesi sono stati uccisi mentre erano in fila per...

DALLA CALABRIA

Traffico di rifiuti speciali tra Italia e Tunisia, numerosi arresti

Dalle prime ore di questa mattina, nelle province di Napoli, Salerno, Potenza, Catanzaro, personale della Direzione investigativa antimafia e...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)