2 Marzo 2024

Attentato con Droni sul Cremlino, Kiev nega. Ira di Mosca: “Ci saranno ritorsioni”

Correlati

“Kiev mercoledì notte ha cercato di colpire droni sulla residenza del Cremlino di Vladimir Putin”. Lo ha riferito l’amministrazione presidenziale citato dai media russi Tass e Ria Novosti.

“Due veicoli aerei senza equipaggio erano puntati contro il Cremlino. A seguito di azioni tempestive intraprese dai servizi militari e speciali che utilizzano sistemi di guerra radar, i droni sono stati disabilitati”, afferma l’ufficio stampa.

A seguito dell’attacco, nessuno è rimasto ferito, lo stato di emergenza non ha influito sul programma di lavoro del capo dello stato.

Il portavoce presidenziale Dmitry Peskov ha detto a Ria Novosti che Putin non era al Cremlino al momento dell’attacco dei droni ucraini, oggi lavora in una residenza vicino a Mosca a Novo-Ogaryovo. I piani per tenere una parata sulla Piazza Rossa il 9 maggio rimangono invariati, ha detto.

Mosca ha considerato le azioni di Kiev come un atto terroristico pianificato e un attentato al presidente alla vigilia del Giorno della Vittoria. La parte russa si riserva il diritto di rispondere a questo attacco, dove e quando lo riterrà opportuno. Un modo per dire che vi saranno ritorsioni.

Da parte sua Kiev nega la partecipazione all’attacco notturno al Cremlino. Secondo Agence France-Presse e Strana.ua, il consigliere del capo dell’ufficio presidenziale Mikhail Podolyak e l’addetto stampa del capo di stato Serhiy Nikiforov hanno dichiarato che l’Ucraina non è coinvolta.

“Il presidente ucraino Vladimir Zelensky ha dichiarato che l’Ucraina non attacca Mosca, ma combatte solo sul proprio territorio”. E’ scritto sulla Tass.

“Posso ripetere questo messaggio. Penso che sarà chiaro a tutti. Non attacchiamo [il presidente russo Vladimir] Putin o Mosca. Combattiamo sul nostro territorio, difendiamo le nostre città e i nostri villaggi”, ha detto in una conferenza stampa congiunta con i capi di governo del Nord Europa a Helsink, commentando l’attacco notturno di droni al Cremlino.

A marzo, Vladimir Putin ha parlato in un’intervista con il giornalista Pavel Zarubin del suo appartamento nella residenza del Cremlino, dove ultimamente ha trascorso molto tempo. Il presidente ha notato che lavora lì e spesso pernotta.

Ogni giorno volano su Mosca trecento droni 

Ogni giorno vengono ricevute circa 300 segnalazioni di droni che sorvolano Mosca, hanno riferito mercoledì i servizi di emergenza citati dalla Tass.

“Mosca riceve una media di circa 300 segnalazioni di droni che sorvolano la città ogni giorno”, ha detto la fonte.

Il 3 maggio le autorità di Mosca hanno introdotto il divieto di tutti i veicoli aerei senza equipaggio che sorvolano la città, ad eccezione di quelli necessari per le esigenze statali. Il protocollo corrispondente è stato firmato durante una riunione del centro di crisi di Mosca, ha riferito il municipio a TASS mercoledì.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Genocidio dei palestinesi, Orsini: “Gaza e l’Olocausto”

di Alessandro Orsini su X "Gaza e l’Olocausto. Siccome nella scienza tutte le domande sono lecite, chiedo a voi: quale...

DALLA CALABRIA

Traffico e incendio di rifiuti tossici, due arresti nel reggino

I Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria hanno eseguito stamane un’ordinanza di misura cautelare personale nei confronti di associazione...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)