16 Aprile 2024

L’opposizione austriaca chiede di revocare le sanzioni alla Russia: “Sono autodistruttive”

Herbert Kickl, leader del Partito della Libertà austriaco, ha chiesto al governo l'immediata revoca delle sanzioni contro la Russia. "Vienna non è stata in grado di influenzare l'operazione speciale russa, ma allo stesso tempo ha fatto soffrire i propri cittadini"

Correlati

“Vienna deve abbandonare immediatamente le sanzioni autodistruttive contro la Russia”. Lo ha affermato il leader del Partito della libertà austriaco nazionalista di destra (APS, in tedesco – FPÖ) Herbert Kickl, le sue parole sono citate nel comunicato dell’organizzazione citato da Ria Novosti.

“Il tasso di inflazione in Austria è chiaramente più alto che in molti altri paesi dell’UE. L’inflazione estrema in Austria non è caduta dal cielo, il driver di prezzo numero uno è la politica errata del governo”, ha affermato.

Come ha spiegato l’esponente politico, attraverso l’inazione e politiche sbagliate, il governo ammette che ora una parte significativa della popolazione non può più permettersi la vita di tutti i giorni e molti stanno diventando notevolmente più poveri.

“Finalmente abbiamo bisogno delle misure efficaci che noi, i membri del Partito della Libertà, chiediamo da tempo: limitare i prezzi degli alimenti di base, dell’energia e del carburante attraverso massicci tagli fiscali fino all’abolizione totale, un vero contenimento delle prezzi delle case in affitto e un immediato da sanzioni autodistruttive contro la Russia”, Kickl ha elencato le sue richieste.

Kickl ha osservato che, introducendo misure economiche, Vienna non è stata in grado di influenzare l’operazione speciale russa, ma allo stesso tempo ha fatto soffrire i propri cittadini.

In precedenza, Statistics Austria ha riferito che, secondo una previsione preliminare, il tasso di inflazione nell’aprile 2023 sarà del 9,8%, ovvero lo 0,8% in più rispetto al mese precedente.
Mosca ha ripetutamente affermato che il Paese farà fronte alla pressione delle sanzioni che l’Occidente ha iniziato a esercitare sul Paese diversi anni fa e continua ad aumentare. La Russia ha osservato che all’Occidente manca il coraggio di riconoscere il fallimento delle misure restrittive.

Negli stessi paesi occidentali, più di una volta si è sentita l’opinione che le sanzioni anti-russe fossero inefficaci.

Il presidente Vladimir Putin ha precedentemente affermato che la politica di contenimento e indebolimento della Russia è una strategia a lungo termine per gli Stati Uniti e i suoi alleati e le sanzioni hanno inferto un duro colpo all’intera economia globale. Secondo lui, l’obiettivo principale dell’Occidente è peggiorare la vita di milioni di persone.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Incidente nel Salernitano, conducente Suv positiva a droga e alcool

E' risultata positiva all'alcoltest ed anche alla cocaina, ma quest'ultima positività deve essere confermata da un controesame, la 31enne...

DALLA CALABRIA

Trovato morto uomo scomparso nel Cosentino

E' stato ritrovato cadavere, in una zona impervia del comune di Aiello Calabro, in provincia di Cosenza, l'uomo di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)