22 Aprile 2024

Attentato allo scrittore russo Prilepin, cosa sappiamo

Correlati

Il 6 maggio, l’auto dello scrittore e politico Zakhar Prilepin è esplosa nella regione di Nizhny Novgorod. Secondo le ultime informazioni, l’autista è morto, lo scrittore è rimasto ferito. Prilepin è anche conosciuto come il leader del partito politico “For Truth” fino a quando non si è fuso nel partito “A Just Russia”, nel febbraio 2021.

La Tass ha raccolto i fatti principali sull’attacco, che sono disponibili per il momento.

Circostanze dell’incidente

– L’auto di Prilepin è stata fatta saltare in aria nella regione di Nizhny Novgorod. Secondo i dati preliminari, l’ordigno esplosivo è stato piantato sotto il fondo dell’auto, hanno riferito i servizi di emergenza a TASS.

– A seguito dell’esplosione, Prilepin è stato ferito, il suo autista è stato ucciso, hanno detto le forze dell’ordine.

– Il ministero dell’Interno russo ha successivamente confermato la morte dell’autista. Secondo il ministero non ci sono altre vittime.

Condizione dello scrittore

– Come riportato dal servizio stampa dello scrittore, Prilepin sta “bene” dopo l’esplosione. Questa informazione è stata confermata dal governatore della regione di Nizhny Novgorod Gleb Nikitin.

– In precedenza, le forze dell’ordine hanno riferito che lo scrittore era ferito ed era cosciente. Successivamente, i servizi medici hanno chiarito che Prilepin è stato portato in ospedale con ferite a entrambe le gambe.

Le reazioni

– Il comitato investigativo russo ha riferito che i suoi dipendenti erano partiti per la scena.

– Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov non ha commentato l’incidente, osservando che “prima è necessario ottenere informazioni dalle forze dell’ordine”.

– “Washington e la NATO hanno alimentato un’altra cellula terroristica internazionale: il regime di Kiev”, ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova, commentando l’incidente. Non ci sono ancora informazioni ufficiali sul coinvolgimento delle autorità ucraine nell’esplosione.

Altri attentati ai russi

– Questo non è il primo attentato a figure patriottiche in Russia negli ultimi mesi.

– Il 2 aprile 2023, il comandante militare Vladlen Tatarsky (vero nome Maxim Fomin) è morto a seguito di un’esplosione a San Pietroburgo. Secondo gli investigatori, gli organizzatori dell’attentato erano “i servizi speciali dell’Ucraina e i loro agenti, compresi quelli dell’opposizione russa nascosti all’estero”. Su loro istruzione, la 26enne Daria Trepova ha consegnato al commissario militare una statuetta con esplosivo.

– Il 6 marzo 2023, l’FSB ha annunciato la prevenzione di un attentato alla vita di un uomo d’affari russo, presidente del consiglio di amministrazione del gruppo Tsargrad, Konstantin Malofeyev. Secondo l’FSB, il crimine è stato preparato dai servizi speciali ucraini.

– Il 20 agosto 2022, l’auto della giornalista Darya Dugina è stata fatta saltare in aria nella regione di Mosca. La figlia del filososo Alexander Dugin è morta. Secondo l’FSB, la cittadina ucraina Natalya Vovk e sua figlia Sofia Shaban, che hanno lasciato la Russia dopo l’esplosione, sono state coinvolte nel crimine.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Incidente nel Salernitano, conducente Suv positiva a droga e alcool

E' risultata positiva all'alcoltest ed anche alla cocaina, ma quest'ultima positività deve essere confermata da un controesame, la 31enne...

DALLA CALABRIA

Trovato morto uomo scomparso nel Cosentino

E' stato ritrovato cadavere, in una zona impervia del comune di Aiello Calabro, in provincia di Cosenza, l'uomo di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)