21 Aprile 2024

WP: “Zelensky dietro attacco a oleodotto Druzhba?” Von der Leyen: “Non sono a conoscenza”

Correlati

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha affermato di non avere “alcuna conoscenza” del piano del presidente ucraino Volodymyr Zelensky di far saltare l’oleodotto Druzhba per minare l’industria ungherese, come affermato nei documenti trapelati del Pentagono, pubblicati dal Washington Post. Lo riporta l’agenzia Tass.
La domanda è stata posta dai giornalisti ungheresi durante una conferenza stampa congiunta che ha coinvolto von der Leyen e il presidente del Consiglio europeo Charles Michel lunedì 15 maggio a Bruxelles.

Dopo aver ascoltato la domanda, la von der Leyen è rimasta in silenzio per diversi secondi, ha girato diverse pagine di materiale davanti a lei, ha lanciato un’occhiata a Michel, che si è schiarito la gola in risposta, poi ha alzato le spalle e ha detto: “Mi dispiace, non sono a conoscenza di questo”.

Quando i giornalisti hanno notato che questa informazione “non è stata ancora smentita da nessuno”, il portavoce della Commissione europea Eric Mamer, che ha ospitato la conferenza stampa, ha affermato che “quella era la risposta”.

Il 13 maggio, il Washington Post ha riferito, citando documenti trapelati dal Pentagono, che “a porte chiuse”, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky stava pianificando attacchi sul territorio russo per sabotare l’oleodotto che trasporta petrolio dalla Russia all’Ungheria, ma non solo. Queste informazioni sono state ottenute durante il monitoraggio della corrispondenza di Zelensky con i suoi subordinati e il comando militare da parte dell’intelligence statunitense.

Secondo il report, Zelensky ha proposto di far saltare in aria l’oleodotto Druzhba durante un incontro con il vice primo ministro ucraino Yulia Sviridenko a metà febbraio. Commentando questo dialogo, i funzionari dell’intelligence statunitense hanno notato nei documenti che il presidente ucraino “ha mostrato rabbia nei confronti dell’Ungheria e quindi potrebbe esprimere minacce esagerate e insensate”. Secondo l’intelligence statunitense, Zelensky ha affermato che “l’Ucraina deve semplicemente far saltare in aria l’oleodotto e distruggere” l’industria ungherese poiché è “fortemente dipendente dal petrolio russo”.

L’Ungheria riceve la maggior parte del suo petrolio attraverso l’oleodotto Druzhba che va dalla Russia attraverso l’Ucraina. Il governo russo ha riferito in precedenza che 4,9 milioni di tonnellate di petrolio sono state trasportate in Ungheria attraverso l’oleodotto nel 2022. Anche il petrolio viene trasportato dall’Ungheria alla Slovacchia e alla Repubblica Ceca.

Nei giorni scorsi l’Ungheria ha affermato che l’attacco all’oleodotto è “una minaccia alla nostra sicurezza energetica”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Incidente nel Salernitano, conducente Suv positiva a droga e alcool

E' risultata positiva all'alcoltest ed anche alla cocaina, ma quest'ultima positività deve essere confermata da un controesame, la 31enne...

DALLA CALABRIA

Trovato morto uomo scomparso nel Cosentino

E' stato ritrovato cadavere, in una zona impervia del comune di Aiello Calabro, in provincia di Cosenza, l'uomo di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)