19 Aprile 2024

Ucraina, ambasciatore russo: Usa dà bombe a grappolo a Kiev in un “gesto disperato”

Correlati

Gli Stati Uniti hanno deciso di fornire munizioni a grappolo all’Ucraina per disperazione, ma la mossa non influirà sulla determinazione della Russia a raggiungere gli obiettivi della sua operazione militare speciale, ha detto venerdì l’ambasciatore russo negli Stati Uniti Anatoly Antonov, citato dalla Tass.

“Le munizioni a grappolo sono un gesto disperato. Questa misura racconta la storia che gli Stati Uniti e i suoi satelliti si sono resi conto di essere impotenti. Tuttavia, non vogliono ammettere i propri fallimenti e il fallimento dei tentativi delle forze ucraine di condurre un’offensiva contro Regioni russe. Da qui quest’ultima follia da parte loro”, ha detto.

Il diplomatico ritiene che, alzando la posta in gioco nel conflitto ucraino, Washington stia avvicinando l’umanità a un conflitto globale.

“L’attuale livello delle provocazioni americane è davvero fuori scala, e avvicinano l’umanità a una nuova guerra mondiale. Gli Stati Uniti sono così ossessionati dall’idea di sconfiggere la Russia che non si rendono conto della gravità delle proprie azioni. Stanno solo aumentando il numero di vittime e prolungando l’agonia del regime di Kiev”, ha proseguito Antonov.

L’ambasciatore ha affermato che Washington ha chiuso un occhio sulle vittime civili, non ha tenuto conto delle preoccupazioni del segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres e ha scrollato le spalle alle obiezioni dei suoi alleati.

“La crudeltà e il cinismo con cui Washington ha affrontato la questione del trasferimento di armi letali a Kiev è stupefacente. L’amministrazione ha completamente ignorato esperti, attivisti per i diritti umani e legislatori che hanno espresso la tesi secondo cui la mossa sarebbe stata disumana. Ha chiuso un occhio su vittime civili. Ora c’è il rischio che le sottomunizioni facciano esplodere civili innocenti per molti anni a venire a causa di ciò che gli Stati Uniti stanno facendo”, ha detto Antonov.

L’ambasciatore ha sottolineato che la fornitura di armi occidentali in Ucraina non sarà in grado di influenzare gli sforzi della Russia per raggiungere gli obiettivi della sua operazione militare speciale, “che mira a sradicare le minacce alla sicurezza della Federazione Russa, compreso il nazismo che è stato alimentato in Ucraina”.

Munizioni a grappolo

Le bombe a grappolo possono contenere centinaia di submunizioni. Quando la bomba viene fatta esplodere in aria, le submunizioni si disperdono su un’area di decine di metri quadrati. Alcuni di queste non esplodono immediatamente e rimangono a terra (come le mine antiuomo, ndr), rappresentando una minaccia per i civili anche molto tempo dopo la fine del conflitto. Alla Convenzione sul divieto di uso delle munizioni a grappolo, adottata nel 2008, hanno aderito 111 paesi e altri 12 l’hanno firmata ma non ancora ratificata.

Secondo l’organizzazione internazionale per i diritti umani Human Rights Watch, la percentuale di munizioni inesplose è di solito molto più alta di quanto dichiarato.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Incidente nel Salernitano, conducente Suv positiva a droga e alcool

E' risultata positiva all'alcoltest ed anche alla cocaina, ma quest'ultima positività deve essere confermata da un controesame, la 31enne...

DALLA CALABRIA

Trovato morto uomo scomparso nel Cosentino

E' stato ritrovato cadavere, in una zona impervia del comune di Aiello Calabro, in provincia di Cosenza, l'uomo di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)