22 Gennaio 2022

Caos Csm, chiesto processo disciplinare per Palamara e altre toghe

La Procura Generale dalla Cassazione ha chiesto il processo disciplinare per 10 magistrati coinvolti nella vicenda dell'hotel Champagne e in altri casi legati. Tra loro Luca Palamara, gli ex togati del Csm Corrado Cartoni, Paolo Criscuoli, Antonio Lepri, Gianluigi Morlini e Luigi Spina e altri magistrati. La Procura generale della Cassazione ha chiesto anche il processo disciplinare per Cosimo Ferri...

I pm di Bergamo ascoltano il premier Conte a Palazzo Chigi

Tre ore di interrogatorio per il capo del governo, ascoltato in merito all'inchiesta sulla mancata istituzione della zona rossa nelle aree di Alzano e Nembro. Il presidente del Consiglio: "Ho agito in scienza e coscienza"

Nelle chat di Palamara spunta Gratteri: “Quello è matto, va fermato”

Nei messaggi dell'ex presidente dell'Anm tutta l'avversione sul pm antimafia di Catanzaro. L'inchiesta di Perugia si arricchisce di particolari. E a all'ex membro del Csm interessava sapere se nella procura catanzarese ci fossero indagini in corso sul distretto di Reggio Calabria

Toghe, politica e intercettazioni, si dimettono i vertici dell’Anm

Continua a mietere vittime il trojan iniettato nel cellulare dell'ex presidente dell'Anm Luca Palamara, rinviato a processo a Perugia dopo la tempesta che ha travolto il Csm per il risiko delle nomine nelle procure decise in camere d'albergo con cotè politico. Ad andare in frantumi è l'attuale dirigenza della magistratura associata, da poco in sella dopo lo tsunami giudiziario. Il...

Il Senato respinge la sfiducia al ministro Bonafede

L'Aula del Senato ha bocciato entrambe le mozioni di sfiducia nei confronti del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, presentate dopo le rivelazioni choc del pm Nino Di Matteo per la mancata nomina al Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria; nomina saltata perché il guardasigilli si sarebbe fatto influenzare dalle voci captate in carcere ad alcuni boss della mafia che lo temevano. Bonafede,...

Corruzione, arrestato il Procuratore della Repubblica di Taranto

Ai domiciliari anche un ispettore di Polizia e tre imprenditori. Inchiesta dei pm di Potenza. Secondo l'accusa gli indagati avrebbe compiuto "atti idonei in modo non equivoco" a indurre un giovane sostituto presso la Procura di Trani a perseguire penalmente una persona che gli imprenditori, considerati i mandanti, avevano denunciato per usura.

Csm, magistrato Sabella: “Prima si abolisce ignominia delle correnti e meglio è”

"Io sono uno dei pochissimi magistrati che ha un minimo di notorietà, forse l’unico, che non fa parte della magistratura associata, che rifiuta la logica correntizia e che sostiene che prima si abolisce questa ignominia e meglio è". A dirlo all’AdnKronos è l’ex pm Alfonso Sabella, oggi giudice del Tribunale del Riesame di Napoli, a proposito delle dimissioni di...

Caso Di Matteo-Bonafede, Lega e FdI all’attacco: “Ministro si dimetta”

"Rivolte, evasioni, detenuti morti, agenti feriti, migliaia di delinquenti usciti dal carcere, boss tornati a casa e il capo del Dap sostituito: come se non bastasse tutto questo, ora arrivano le parole di un magistrato come Nino Di Matteo in diretta tv. È vero che non è stato messo alla guida del Dap perché sgradito ai mafiosi? In ogni...

Mafia, Di Matteo accusa Bonafede su sua mancata nomina a Dap. Il ministro si difende

Il magistrato antimafia da Giletti ha riferito di aver ricevuto assicurazioni dal Guardasigilli sulla nomina al Dap, poi venuta meno perché i mafiosi al 41 bis lo temevano. Ma il titolare della Giustizia si dice contrariato. "Gli avevo offerto gli "Affari penali"

Scarcerazioni Boss e rivelazioni pm Di Matteo, FdI chiede le dimissioni di Bonafede

«Dopo le rivelazioni del pm Nino Di Matteo ci aspettiamo le immediate dimissioni del ministro Bonafede». E’ quanto affermano il segretario della Commissione antimafia Wanda Ferro e gli altri parlamentari di Fratelli d’Italia nell’organismo parlamentare Luca Ciriani e Antonio Iannone. «Noi di Fratelli d’Italia - proseguono i parlamentari - avevamo già chiesto al presidente Morra e ottenuto l’audizione del ministro...

Condanna illegittima per Bruno Contrada, risarcito per ingiusta detenzione

La Corte d'Appello di Palermo ha accolto la richiesta di risarcimento per ingiusta detenzione presentata da Bruno Contrada, ex numero due del Sisde, condannato a 10 anni per concorso esterno in associazione mafiosa. A Contrada, difeso dall'avvocato Stefano Giordano, sono stati liquidati 670mila euro. La condanna dell'ex poliziotto venne giudicata illegittima dalla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo e dalla Cassazione. "I...

Reati finanzieri e bancarotta, arrestato Vittorio Cecchi Gori

I carabinieri del Nucleo Investigativo hanno notificato ieri pomeriggio a Vittorio Cecchi Gori, ex patron della Fiorentina, un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura Generale della Corte d'Appello di Roma per un cumulo pena di 8 anni e quasi 6 mesi di reclusione. A Cecchi Gori sono contestati reati finanziari, tra cui una bancarotta fraudolenta. Secondo quanto...

Il Consiglio dei ministri approva la riforma del processo penale

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro della giustizia Alfonso Bonafede, ha approvato un disegno di legge che prevede deleghe al Governo per l’efficienza del processo penale e disposizioni per la celere definizione dei procedimenti giudiziari pendenti presso le Corti d’appello. Il testo interviene, nella prima parte, con specifiche previsioni di delega relative alla riforma del Codice di procedura...

Omicidio Marco Vannini, processo d’appello da rifare

Lo ha deciso la Cassazione per tutta la famiglia di Antonio Ciontoli, principale imputato dell'omicidio. Secondo il pg, Vannini è morto soprattutto perché i Ciontoli hanno ritardato i soccorsi di 110 minuti

NOTIZIE DALLA CALABRIA

POPOLARI SUL COVID