29 Febbraio 2024

No del Senato all’arresto del senatore Domenico De Siano

Correlati

No del Senato all'arresto del senatore Domenico De Siano
Il senatore di Forza Italia Domenico De Siano
L’Aula del Senato con 208 sì, 40 no e 3 astenuti conferma la decisione della Giunta per le Immunità di dire “no” alla richiesta dei magistrati di Napoli di arrestare il senatore di FI Domenico De Siano coinvolto nell’inchiesta sulle tangenti per gli appalti sui rifiuti nei comuni di Lacco Ameno, Forio e Monte di Procida.

Nei confronti di Domenico De Siano, coordinatore di Forza Italia Campania, era caduta l’accusa di associazione a delinquere, ma erano rimasti in piedi i reati di corruzione e turbativa d’asta. La richiesta della procura di Napoli per De Siano era per gli arresti domiciliari.

La giunta presieduta dal senatore Stefàno, accedendo agli atti aveva ritenuto insufficienti gli elementi a carico del senatore azzurro. La stessa decisione è stata assunta analogamente dall’aula di palazzo Madama.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Da Israele nuovo massacro a Gaza. Uccisi oltre cento palestinesi in coda per il cibo

Nuova carneficina dell'esercito israeliano nella Striscia di Gaza. Oltre cento palestinesi sono stati uccisi mentre erano in fila per...

DALLA CALABRIA

Traffico di rifiuti speciali tra Italia e Tunisia, numerosi arresti

Dalle prime ore di questa mattina, nelle province di Napoli, Salerno, Potenza, Catanzaro, personale della Direzione investigativa antimafia e...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)