19 Gennaio 2022

Elezioni Milano, Corrado Passera si ritira ma sostiene Parisi

Stessa categoria

Corrado Passera
Corrado Passera

Corrado Passera si ritira dalla corsa a sindaco di Milano: ha raggiunto un accordo con il candidato del centrodestra Stefano Parisi. Lo ha annunciato, insieme a Parisi, lo stesso leader di Italia Unica nel corso di una conferenza stampa, convocata con pochissimo preavviso nella sede del suo comitato elettorale a Milano.

“Sarò fortissimamente impegnato in campagna elettorale perché Stefano Parisi diventi sindaco”, aggiunge Passera in conferenza stampa, pur non dicendo mai apertamente che si è ritirato, ha spiegato “la convergenza” sul candidato sindaco di Milano per il centrodestra. Passera ha riferito che “molti” dei suoi sostenitori saranno nella lista civica di Parisi, ma non lui in persona.

Insieme a Parisi, che era accanto a lui, l’ex banchiere ha parlato di un contributo “liberale” al centrodestra, aggiungendo all’alleanza “quel delta che manca per vincere”. “Milano – ha concluso – è più importante di tutti noi e sento il dovere di unire le forze, una decisione che ho preso liberamente”.

È un’alleanza sul programma”, ha sottolineato Corrado Passera, che ha riferito che sono “bastati pochi incontri” con Parisi per capire che c’era sintonia. A chi gli chiedeva del rapporto con la Lega di Salvini, che gli ha sempre rinfacciato di essere stato ministro del Governo Monti, l’ex banchiere ha risposto che su queste cose non si può discutere ma che l’Italicum imporrà comunque di convergere in un unico schieramento. Quanto a Milano, secondo Passera serve “discontinuità” con Pisapia.

“In una città – ha sostenuto parlando con Parisi al fianco – che ha visto raddoppiare le tasse e la disoccupazione, serve una grande discontinuità. Giuseppe Sala dice che va bene così, noi invece diciamo che Milano deve cambiare marcia. Sala nega persino il problema della sicurezza, che è la principale ansietà dei milanesi”


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER