8 Dicembre 2021

Caos M5S, Gasparri (Fi): Procura indaghi su contratto Raggi-Casaleggio

Stessa categoria

Caos M5S, Gasparri (Fi): Procura indaghi su contratto Raggi-CasaleggioLa procura di Roma indaghi sul contratto illegale che lega Virginia Raggi alla società fondata da Casaleggio. Maurizio Gasparri sul Secolo d’Italia pone l’accento su un aspetto ambiguo e inquietante – tra i tanti – della vicenda che sta travolgendo la sindaca e i cinquestelle.

“Il personaggio peggiore della vicenda romana che investe i 5Stelle – afferma Gasparri – non è la sindaca Raggi, colpevole dell’atto di incoscienza di essersi candidata a una carica che non è assolutamente in grado di sostenere. Non è nemmeno Grillo, incapace di intendere e di volere ciò che fa. E non sono nemmeno Di Maio e Di Battista, due figure ridicole che il tempo cancellerà. Il peggiore è Casaleggio”, spiega il senatore di Forza Italia.

“Mi chiedo se sia legale il contratto fatto firmare alla Raggi con la società Casaleggio che prevede una penale di 150mila euro in caso di inadempienza ai cosiddetti principi grillini. Ovvero la Raggi dovrebbe concordare tutte le sue nomine e decisioni più importanti al vertice dei 5 Stelle con procedure e regole estranee ai principi della democrazia”.

“Un sindaco viene eletto dai cittadini ed ha dei poteri definiti dalla legge, non dalle logge, né da Casaleggio o Grillo”. Ancora: «La Procura dovrebbe indagare su questo contratto, che è peggio delle eventuali malefatte della Muraro o delle insufficienze di altri personaggi come i vari Marra e Romeo. Il contratto Raggi-Casaleggio è una violazione della legge e della democrazia. Sarò io stesso ad avanzare un esposto alla Procura della Repubblica di Roma se non avrò notizie di indagine su questa illegalità”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Pazienti Covid uccisi da farmaci letali. Alla sbarra ex primario. L’infermiere: “Mi rifiutai di uccidere”

Il medico arrestato a gennaio a Montichiari avrebbe ucciso deliberatamente tre pazienti e - secondo i racconti al processo di un infermiere - gli avrebbe ordinato di procedere con gli altri pazienti ma lui si è rifiutato. In uno scambio di messaggi: "Ma anche a te Mosca ha chiesto di fare Succinicolina e Propofol a chi sta morendo?". "Lo sta chiedendo anche ad altri per liberare posti letto"

Dai pm di Bergamo trapela l’ipotesi di ‘omicidio colposo’ contro Speranza e CTS

Storie di omissioni e trasparenza zero nella Bergamasca ad inizio della cosiddetta pandemia. Il mistero del report sparito e il ruolo dei supertecnici al ministero della Sanità. Pare sia indagato anche l'ex capo di gabinetto del ministro, misteriosamente dimessosi nei giorni scorsi. Dopo due anni di inchiesta sembra che l'epilogo sia vicino. Intanto gli italiani aspettano con fiducia

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER