4 Luglio 2022

Alfano perde pezzi, si dimette pure Cassano: “Passo a Forza Italia”

Stessa categoria

Massimo Cassano
Massimo Cassano con Alfano

Il senatore Massimo Cassano, di Ap, il movimento di Angelino Alfano, ha dato le proprie dimissioni dall’incarico di di sottosegretario al Lavoro del governo Gentiloni.

Lo ha comunicato lo stesso esponente politico con una nota. “A far data da oggi non farò più parte dell’esecutivo”, ha scritto il senatore che già dalle prossime ore dovrebbe approdare a Forza Italia, partito all’opposizione che sembra fare da contenitore per gli scontenti in casa Alfano.

Sabato è prevista una conferenza stampa del partito azzurro in Puglia in cui si annunciano “importanti novità”. Cassano, ricordano alcuni parlamentari forzisti, durante il governo Vendola in Puglia, fu “il consigliere regionale più votato”, ovviamente con il centrodestra cioè un “recordman delle preferenze”.

“Non posso che accogliere con grande favore e sentito apprezzamento il ritorno di un politico di un senatore, dell’esperienza e del valore di Massimo Cassano tra le fila di Forza Italia e del gruppo parlamentare che rappresento”, afferma in una nota il presidente dei senatori di Forza Italia, Paolo Romani.

Le dimissioni del parlamentare pugliese avvengono a poche ore da quelle di Enrico Costa, sempre di Ap, da ministro per gli Affari regionali che ha lasciato l’incarico dopo le polemiche nate dalle sue posizioni politiche sullo Ius soli e altri provvedimenti cari al Pd ma non a una larga parte di moderati, come gli alfaniani, che gravitano attorno al governo Gentiloni-Renzi.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Strage sulle Alpi, cede ghiacciaio sulla Marmolada: Morti, feriti e dispersi

Strage di alpinisti sulle Alpi dolomitiche. Si è staccato un ghiacciaio di enormi proporzioni sulla Marmolada, tra le province...

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER