Exploit del M5S, storico sorpasso della Lega su FI. Crolla il Pd

I pentastellati oltre le aspettative: 32%. La Lega di Salvini al 18, il Pd poco più del 19, mentre Liberi e uguali sopra il 3 percento.

Carlomagno campagna ottobre 2018
Luigi Di Maio esulta elezioni 2018
Luigi Di Maio esulta (Ansa)

Exploit del M5S alle elezioni politiche. Il movimento guidato da Luigi Di Maio, va oltre le attese e supera il 31 percento sia alla Camera che al Senato, secondo risultati non ancora definitivi. Milioni di italiani hanno premiato in massa il programma dei grillini. E se Di Maio esulta, in casa del centrodestra trionfa la Lega di Matteo Salvini che da Nord a Sud racimola circa il 18% in entrambe le Camere, realizzando uno storico sorpasso su Forza Italia, al di sotto del 14%.

Crolla il Pd di Matteo Renzi. I dem sono al di sotto del 20%, mentre gli scissionisti che hanno dato vita a Liberi e uguali sono appena sopra il 3%. Come coalizioni, secondo stime non definitive, il centrodestra si attesta intorno al 37 percento, il M5S, che sfonda letteralmente al Centrosud, attorno al 32, mentre il centrosinistra vicino al 24%.

I dati provvisori – Alla Camera, dove lo scrutinio ha raggiunto il 55%, il centrodestra segna un 36,91% con la Lega primo partito della coalizione (18,58%), seguito da Forza Italia (13,48%), FdI (4,26%) e Noi con l’Italia-Udc (1,22%). M5S è al 31,12%, mentre il centrosinistra è al 24,23% (Pd 19,73%, +Europa 2,77%, Italia Europa Insieme 0,57%, Svp 0,54% e Civica Popolare 0,47%). LeU 3,55%. Al Senato, dove lo spoglio ha raggiunto il 73%, centrodestra al 37,47% (Lega 18,42%, Fi 14,17%, FdI 4,24%, Noi con l’Italia-Udc 1,17%), M5S al 31,23%, centrosinistra al 23,85% (Pd 19,78%, +Europa 2,47%, Italia Europa Insieme 0,54%, Svp e Civica Popolare 0,49%). LeU è al 3,36%.

L’affluenza alle elezioni politiche si è attestata complessivamente attorno al 73%, anche se all’appello manca ancora il dato relativo al comune laziale di Marino (Roma). Dai dati affluiti al Viminale emerge che per la Camera l’affluenza è stata del 72,9% e per il Senato del 73,02%.

Matteo Salvini
Matteo Salvini