Elezioni in Molise, vince Toma (Centrodestra) sul candidato M5s

In calo i Cinquestelle. La Lega conferma il trend positivo ma non scavalca Forza Italia che comunque perde rispetto alle politiche di marzo. Terzo il Pd

Carlomagno Jeep Compass Febbraio 2021
Da sinistra Donato Toma (centrodestra) e Andrea Greco (M5S)
Da sinistra Donato Toma (centrodestra) e Andrea Greco (M5S)

Il candidato del Centrodestra Donato Toma, quando mancano pochissime sezioni da scrutinare su 394, è il nuovo presidente della Regione Molise. Toma, che al momento ha ottenuto il 43.70%, prevale sul candidato del Movimento 5 stelle Andrea Greco, che ottiene 38.42%.

Alle politiche dello scorso 4 marzo i Cinquestelle avevano fatto bottino pieno con percentuali vicine al 44 percento. All’interno della coalizione di Centrodestra Forza Italia ottiene il 9,5% (aveva il 16 a marzo), mentre la Lega di Salvini conferma oltre 8%.

Terzo il candidato del Pd Carlo Veneziale che ottiene il 16.82 percento. “Sarò il Presidente di tutti”, ha detto Toma. “Sono sceso in campo per vincere, abbiamo fatto un lavoro enorme recuperando 17-20 punti di differenza in avvio di spoglio, ora possiamo festeggiare”, ha detto il neo presidente molisano Donato Toma.

Il voto in Molise, insieme a quello di domenica prossima in Friuli Venezia Giulia rappresenta un test per i big dei partiti che hanno vinto le elezioni a marzo (Centrodestra e M5S), per la formazione del nuovo governo.

“E’ un risultato storico a livello regionale. Forse il M5S non aveva mai fatto così bene in un’elezione regionale. Siamo passati da due consiglieri a sei, sei persone che si batteranno per difendere le idee del Movimento e soprattutto per rendere onore ai cittadini che ci hanno votato. Io parlerei di risultato storico, non di fallimento”. Lo ha detto Andrea Greco, candidato governatore del M5S alle regionali del Molise, commentando su Rai3 i risultati del voto in Molise.

 

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb
Seguici anche su TELEGRAM