Governo, Mattarella convoca Giuseppe Conte al Quirinale

Appuntamento al Colle alle 17.30. La chiamata per l'incarico di formare il nuovo esecutivo, nonostante il docente sia al centro di una bufera mediatica sul curriculum "gonfiato"

Carlomagno Fiat City Car elettrtica Maggio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha convocato per le ore 17.30 di oggi, al Palazzo del Quirinale, il Prof. Giuseppe Conte”. Lo comunica lo stesso Quirinale. La convocazione sarebbe finalizzata ad affidare l’incarico di formare il nuovo governo Lega-M5s, la cui intesa per dare un esecutivo al Paese dopo il voto del 4 marzo, è arrivata circa due settimane addietro quando dopo due mesi di consultazioni a vuoto, al Colle si stava facendo strada l’ipotesi di un governo “di servizio” che potesse portare il paese a nuove elezioni.

I due leader Luigi Di Maio e Matteo Salvini da quel giorno, si sono più volte incontrati intavolando una trattativa culminata con la redazione del contratto di governo definitito “del cambiamento”, al cui interno vi sono larga parte dei punti programmatici dei due movimenti presentati alle elezioni.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Poi una serie di interlocuzioni volte a individuare la figura del possibile premier che meglio potesse incarnare lo spirito del contratto di governo gialloverde. La scelta è caduta sul docente di diritto privato da ieri al centro di una bufera mediatica sul suo curriculum in cui vanterebbe esperienze di studi in alcune università all’estero poi smentite dagli stessi atenei.

Nel caso di un incarico per formare il nuovo governo è prassi consolidata che il premier incaricato si riservi di accettare o scioglierla a stretto giro salendo al Quirinale con la lista dei ministri, anch’essa oggetto di un accordo gialloverde.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM