Salvini: “Non faccio politica due forni. Con centrodestra solo accordi locali”

Black Friday Carlomagno novembre 2018
Salvini intervistato da Mentana alla festa di FdI Atreju 2018
Salvini intervistato da Mentana alla festa di FdI Atreju 2018

Solo “accordi locali” per le prossime regionali del 2019. E’ questo l’esito dell’incontro a tre, ad Arcore tra Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni. A specificarlo è lo stesso leader leghista e vicepremier del governo Conte dopo le voci che avrebbero messo in imbarazzo il ministro dell’Interno sulla politica dei due forni: stare nel centrodestra e al tempo stesso guidare (con il pentastellato Luigi Di Maio) il governo del cambiamento.

“Non c’è nessuna strategia del doppio forno: con Berlusconi parliamo solo di accordi locali”, ha sottolineato Salvini poco prima di entrare ad Atreju dov’è in programma la festa di Fratelli d’Italia. “La prossima settimana portiamo in Consiglio dei ministri la manovra – ha detto ancora il ministro – e il decreto sicurezza immigrazione”.

“Salvini deve tenere i rapporti con l’altra parte, bisogna capirlo…”, ha detto invece il Presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, appena arrivato a Fiuggi, a chi gli chiedeva un commento sulle parole del leader della Lega, secondo cui con Forza Italia fa solo accordi locali.

Replica anche il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani: “Salvini vuole la botte piena e la moglie ubriaca: credo che questo, tra Lega e M5s, non sia un matrimonio di lunga durata. Alla fine sarà anche lui portato a dar vita a una coalizione di centrodestra anche per far nascere un nuovo governo”.

Sulle misure come reddito di cittadinanza o immigrazione “ci saranno ricorsi. Io se devo darmi un criterio di scelta, prima vengono i cittadini italiani. Se avessi tutto per tutti, lo darei, ma devo darmi delle priorità” e se interverrà la corte Costituzionale “discuterò amabilmente con la Corte costituzionale”, ha spiegato ai militanti di FdI Salvini.

“Ritengo sempre più superate alcune categorie – ha detto ancora Salvini intervistato ad Atreju da Enrico Mentana, alla domanda se si ritenga di destra -. Il Pd sta scomparendo perché per mesi hanno detto agli italiani che il problema non era la disoccupazione, ma il fascismo”. Quanto ai rapporti con M5s al governo, “ho firmato un contratto che dura 5 anni e lo voglio rispettare. Poi siamo nelle mani di dio e, scendendo più in basso, in quelle di Fico”.

Salvini parla anche in merito alla vicenda Giochi 2026: “a me piaceva l’idea di una olimpiade italiana, di tutte le Alpi, che partisse in Piemonte e arrivasse in Veneto. Sarebbe stata una vetrina per tutto i mondo. Qualcuno ha avuto paura: ha sbagliato. Io non vivo la politica con paura e non ho perso la speranza. Una proposta olimpica italiana ci sarà. Farò di tutto perché queste olimpiadi italiane ci siano. E se il governo era disposta a fare la sua parte con tre, non vedo perché non dovrebbe farlo con due” sedi.