Manovra, il governo tira dritto. Salvini su rilievi Ue: “No a passi indietro”

Conte, e i vicepremier insieme al ministro Tria a Palazzo Chigi. Merkel: "L'Italia è un Paese fondatore dell'Unione europea e ha deciso con gli altri le regole"

Carlomagno campagna Jeep Compass dicembre 2018

Salvini Di Maio finestra palazzo ChigiE’ in corso un vertice di governo a Palazzo Chigi per rispondere ai rilievi dell’Unione europea sulla manovra economica. All’incontro partecipano il premier Conte, i vice Salvini e Di Maio e il ministro dell’Economia Tria. Dopo ci sarà la riunione del Consiglio dei ministri.

“Stiamo lavorando a una manovra che garantisce più posti di lavoro, più diritto alla pensione e meno tasse non per tutti ma per tanti italiani. Se all’Europa va bene siamo contenti, sennò tiriamo dritto”, ha affermato Matteo Salvini al suo ingresso a Palazzo Chigi. Alla domanda se la manovra cambierà, Salvini risponde di no scuotendo la testa.

Merkel, serve soluzione, dialogo con Bruxelles
 “L’Italia è un Paese fondatore dell’Ue e ha deciso con gli altri le regole”, ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel, rispondendo in plenaria a Stasburgo alle domande degli eurodeputati. Secondo la cancelliera sulla questione della legge di bilancio italiana “è importante giungere a una soluzione ed è importante che lo si faccia nel dialogo con la Commissione europea. Lo ha detto anche il premier Conte”.