Mafia capitale, chiesti 5 anni per ex sindaco di Roma Alemanno

Secondo la procura di Roma avrebbe ricevuto fondi per la sua fondazione da parte di Buzzi e Carminati. Ex sindaco: "Io innocente, processo contraddittorio"

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Mafia capitale, alemanno
Gianni Alemanno

La procura di Roma ha chiesto una condanna a 5 anni di carcere per l’ex sindaco della capitale Gianni Alemanno per l’accusa di corruzione e finanziamento illecito in uno de filoni dell’inchiesta su il “Mondo di Mezzo”, più nota come “Mafia Capitale”.

L’ex sindaco, secondo l’accusa, tra il 2012 e il 2014 avrebbe ricevuto oltre 220 mila euro mila euro per compiere atti contrari ai doveri del suo ufficio. I soldi, in base all’impianto accusatorio, sarebbero giunti da Salvatore Buzzi in accordo con Massimo Carminati (i due principali imputati nel processo, ndr) e sarebbero stati versati alla fondazione Nuova Italia, presieduta da Alemanno.

“Lunedì gli avvocati della difesa risponderanno ad un teorema accusatorio che appare esasperato e contraddittorio. Da parte mia posso solo ribadire la mia completa innocenza”, ha affermato Alemanno.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM