Inchiesta Legnano, si è dimesso il sindaco leghista Fratus

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Il sindaco di Legnano Fratus si è dimesso
Gianbattista Fratus (Ansa)

Il sindaco di Legnano (Milano) Gianbattista Fratus, della Lega, arrestato nei giorni scorsi insieme al vicesindaco e a un assessore con l’accusa di corruzione elettorale e turbativa d’asta, ha presentato le dimissioni.

Lo ha reso noto il suo avvocato Maira Cacucci, spiegando che Fratus “ha rassegnato le dimissioni il 16 maggio stesso, comunicate poi a mezzo pec all’Ente”. Il legale ha aggiunto che Fratus “è a disposizione della magistratura per chiarire la propria posizione” precisando che, “del resto, ha fiducia nella giustizia”.

Fratus, ai domiciliari come l’assessore Chiara Lazzarini, mentre il vicesindaco Maurizio Cozzi è in carcere, è anche accusato di corruzione elettorale. Lunedì è previsto l’interrogatorio di garanzia.

La vicenda di Legnano è stata al centro di un’aspra polemica politica con il M5s che aveva chiesto le dimissioni del sindaco leghista dopo l’inchiesta della Procura di Busto Arstizio.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM