Regionali, Berlusconi: “Se la Sinistra perde il governo dovrebbe dimettersi”


Silvio Berlusconi a Tropea, dietro la candidata del Centrodestra in Calabria Jole Santelli

“Se domenica la sinistra dovesse perdere dovrebbe dimettersi così come tutto il governo”. Lo ha detto il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi parlando con i giornalisti in Calabria.

“Non parlerei di spallata – ha sottolineato -, parlerei di dimissioni da parte della sinistra e del governo perché dinanzi a una sconfitta alle regionali in Emilia-Romagna e Calabria, qualora rimanessero in carica, non saremmo nemmeno più un Paese democratico. Democrazia infatti significa governo del popolo, della maggioranza del popolo, non governo della minoranza”. “Questi governanti – ha aggiunto – sono incollati alle poltrone, se le mollano non sanno più cosa fare”.

Silvio Berlusconi ha poi proposto di “non far pagare per i primi tre anni nessuna tassa e nessun contributo alle aziende che assumono stabilmente un giovane disoccupato”, ha detto il leader di Forza Italia a Tropea.

“Sanità e occupazione – ha evidenziato – sono i due temi ai quali è dedicata la maggiore attenzione nei nostri programmi per la Calabria. Bisogna realizzare infrastrutture e a queste devono affiancarsi una fiscalità di vantaggio e uno sgravio contributivo per chi assume”.

“I 5 Stelle – ha detto commentando le dimissioni di Di Maio da capo del M5s – sono uno contro l’altro e rimangono una costola della sinistra. Sono alla crisi, una crisi inevitabile e anche perché in tutto questo tempo hanno solo approfittato del malcontento e del disgusto di molti cittadini italiani che vedendo la novità avevano sperato in qualcosa di nuovo. Inoltre sono spinti nella loro proposta solo ed esclusivamente dall’invidia sociale”.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb