Regionali, Bonaccini a Salvini: “I campanelli li vai a suonare a casa tua”

Il presidente dell'Emilia Romagna riconfermato: "Lui ha perso e io ho vinto. Abbiamo smentito le cassandre che indicavano che sarebbe stata la debacle del Pd"


Stefano Bonaccini

“Questa regione ha dimostrato che se vuoi suonare i campanelli non vieni qui, li suoni a casa tua”. A dirlo Stefano Bonaccini, presidente riconfermato alla guida dell’Emilia-Romagna, precisando: “lo dico con tutto il rispetto”.

“Ho sentito Mattia Santori – ha aggiunto -, non l’avevo mai sentito nemmeno al telefono. L’ho voluto ringraziare, per la straordinaria mobilitazione che le “Sardine” hanno saputo mettere in campo”. “Salvini ha giocato a ‘Salvini contro Bonaccini’. A me quella sfida non interessava, ma Salvini ha perso e io ho vinto”.

“Abbiamo smentito le cassandre che indicavano che sarebbe stata la debacle del Pd”, ha aggiunto Bonaccini, ricordando che “dopo solo 8 mesi il centrosinistra ha recuperato oltre 10 punti” e il “Pd è tornato primo partito, nonostante la Lega abbia giocato il carico da novanta”. Intanto, per stasera in Piazza Grande a Modena il governatore festeggerà la sua strepitosa vittoria.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb