Lega: “Gualtieri si è sottratto al confronto parlamentare sul Mes”. Mozione per le sue dimissioni


Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb
Matteo Salvini (Archivio)

La Lega ha depositato una mozione di sfiducia individuale al ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, primo firmatario il segretario Matteo Salvini. La mozione sottoscritta dai parlamentari della Lega chiede le dimissioni del ministro, accusato di essersi sottratto al confronto parlamentare sul Mes e averlo approvato in sede europea, senza alcun scrutinio delle Camere.

A Gualtieri la Lega rimprovera in generale “l’esito estremamente insoddisfacente dei negoziati cruciali relativi al sostegno finanziario del Paese nell’emergenza covid 19”. In particolare il sì al Fondo salvastati (Mes, ndr) in occasione dell’Eurogruppo del 9 aprile scorso, posizione in contrasto con “il mandato esplicitamente espresso in numerose occasioni da esponenti di maggioranza e di opposizioni a non includere il Mes tra gli strumenti idonei alla gestione della crisi”.

“Gli altri strumenti avallati in quella sede dal ministro Gualtieri, quali il ricorso alla Banca europea degli investimenti e il Sure, presentano -ad avviso del Carroccio- anch’essi criticità evidenziate da numerosi esponenti politici di maggioranza e opposizione, e anch’essi non sono stati sottoposti a un doveroso scrutinio parlamentare”.

“Nelle conclusioni del presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ad esito del Consiglio europeo del 23 aprile 2020, si afferma che è stato “approvato l’accordo sulle tre importanti reti di sicurezza per i lavoratori, le imprese e gli enti sovrani”, come definito nella riunione dell’Eurogruppo”.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb