Abuso d’ufficio e truffa, indagato il governatore Pd De Luca

Secondo l'accusa, quattro vigili urbani di Salerno sarebbero stati "promossi" in Regione a membri dello staff pur non avendone i requisiti

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB
Vincenzo De Luca

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca (Pd) risulta indagato nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Napoli con l’ipotesi di abuso d’ufficio e truffa. Lo scrive Repubblica.

Secondo l’accusa, quattro vigili urbani di Salerno sarebbero stati “promossi” in Regione a membri dello staff. A loro sarebbe stato assegnato il ruolo di addetti o responsabili di segreteria. De Luca è stato ascoltato dai pm negli scorsi mesi.

Ai quattro vigili urbani, secondo l’ipotesi dei pm, mancherebbero i requisiti necessari per il “salto” come formazione, curriculum e specializzazione. Il trasferimento e la “promozione” – secondo quanto ricostruito da Repubblica – avrebbe consentito ai quattro un innalzamento della retribuzione. Nessun provvedimento per i quattro vigili: la loro posizione è all’esame dei pm.

Ha allargato le braccia senza rispondere il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ai giornalisti che, a Salerno, gli hanno chiesto di commentare l’inchiesta della Procura di Napoli che, secondo quanto scrive Repubblica, lo vede indagato. De Luca sta partecipando, al Mediterranea Hotel, alla presentazione del progetto del Palazzetto dello Sport di Salerno.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB