10.6 C
Cosenza
26 Novembre 2021

Green pass rafforzato, il vergognoso apartheid e la discriminazione sociale. La nota del governo

Il nuovo decreto dell'esecutivo vìola diversi articoli della Costituzione, ma il Quirinale tace. Esteso il Green pass per il personale amministrativo della sanità, docenti e personale amministrativo della scuola, militari, forze di polizia (compresa la polizia penitenziaria), personale del soccorso pubblico. Il certificato razziale anche per gli alberghi.

Leggi anche

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del presidente Mario Draghi e del ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19 e per lo svolgimento in sicurezza delle attività economiche e sociali. Un apartheid vero e proprio contro i free-vax, milioni di italiani, che hanno liberamente scelto di non vaccinarsi.

Una stretta che vìola diversi articoli della Costituzione e che supera le Leggi Razziali varate dal Fascismo 80 anni fa. Aboliti i tamponi per ottenere il certificato discriminatorio rafforzato. Solo a chi si è inoculato le dosi o è guarito è concessa la socialità, mentre chi ha deciso di non farlo è escluso e discriminato. Il tutto dietro il falso pretesto della tutela della salute pubblica e soprattutto sotto il silenzio-assenso del Quirinale, della Consulta, della Magistratura, di giuristi e sindacati, con la politica di destra, centro e sinistra silente e asservita alle lobby massoniche e al cartello farmaceutico di Bill Gates.

In Cdm il decreto – che avrebbe validità dal prossimo 6 dicembre al 15 gennaio 22 (nemmeno il tempo di convertirlo…) -, è stato approvato all’unanimità, come del resto fece il Fascismo con le leggi razziali. In sostanza si è stabilito con decreto che chi non è vaccinato coi sieri genici sperimentali è malato a prescindere, quindi da isolare e discriminare. Un delirio che vuole il suo culmine, non solo in Italia (che il laboratorio privilegiato nei piani di Davos), ma anche in alcuni altri paesi, nella realizzazione del Grande reset e nell’instaurare un regime totalitario con il Nuovo Ordine Mondiale.

Esteso il Green pass per il personale amministrativo della sanità, docenti e personale amministrativo della scuola, militari, forze di polizia (compresa la polizia penitenziaria), personale del soccorso pubblico. Il certificato razziale anche per gli alberghi (così per aiutare il turismo – sic!) e sui mezzi pubblici locali. Eppure è scientificamente provato che i vaccinati contagiano se non più, in ugual misura dei non vaccinati. Se non è dittatura questa che cos’è?, viene da chiedersi.

Il testo – si legge nel comunicato di palazzo Chigi –  prevede una serie di misure di contenimento della “quarta ondata” della pandemia Sars-Cov2 in quattro ambiti:

  1. obbligo vaccinale e terza dose;
  2. estensione dell’obbligo vaccinale a nuove categorie;
  3. istituzione del Green Pass rafforzato;
  4. rafforzamento dei controlli e campagne promozionali sulla vaccinazione.

1. Obbligo vaccinale e terza dose

Il decreto legge prevede di estendere l’obbligo vaccinale alla terza dose a decorrere dal 15 dicembre prossimo e con esclusione della possibilità di essere adibiti a mansioni diverse.

2. Obbligo nuove categorie 

Inoltre il provvedimento stabilisce l’estensione dell’obbligo vaccinale a ulteriori categorie a decorrere dal 15 dicembre.

Le nuove categorie coinvolte saranno:

  • personale amministrativo della sanità
  • docenti e personale amministrativo della scuola
  • militari
  • forze di polizia (compresa la polizia penitenziaria), personale del soccorso pubblico.

3. Green Pass

Il testo approvato oggi prevede che la durata di validità del Green Pass viene ridotta dagli attuali 12 a 9 mesi.

L’obbligo di Green Pass viene esteso a ulteriori settori: alberghi; spogliatoi per l’attività sportiva; servizi di trasporto ferroviario regionale e interregionale; servizi di trasporto pubblico locale.

A decorrere dal 6 dicembre 2021 viene introdotto il Green Pass rafforzato; vale solo per coloro che sono o vaccinati o guariti. Il nuovo Certificato verde serve per accedere ad attività che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla nei seguenti ambiti

  • Spettacoli
  • Spettatori di eventi sportivi
  • Ristorazione al chiuso
  • Feste e discoteche
  • Cerimonie pubbliche

In caso di passaggio in zona arancione, le restrizioni e le limitazioni non scattano, ma alle attività possono accedere i soli detentori del Green Pass rafforzato.

Dal 6 dicembre 2021 e fino al 15 gennaio 2022 è previsto che il Green Pass rafforzato per lo svolgimento delle attività, che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla, debba essere utilizzato anche in zona bianca.

Altre misure 

Sarà disposto un rafforzamento dei controlli da parte delle prefetture che devono prevedere un piano provinciale per l’effettuazione di costanti controlli entro 5 giorni dall’entrata in vigore del testo e sono obbligate a redigere una relazione settimanale da inviare al Ministero dell’interno.

Sarà potenziata la campagna di comunicazione in favore della vaccinazione.

Il Governo ha assunto e ha intenzione di assumere in via amministrativa altre decisioni:

  • è già consentita la terza dose dopo 5 mesi dalla seconda;
  • aprirà da subito la terza dose per gli under 40;
  • se autorizzate, potranno essere avviate campagne vaccinali per la fascia di età 5-12 anni.

Ora cosa succederà dopo questo nuovo scellerato e inqualificabile decreto che limita ancora di più i diritti e le libertà inviolabili, di milioni di persone, sancite dalla Costituzione? Di certo ripartono le proteste e questa volta non saranno i soliti quattro gatti (centinaia di migliaia di persone ogni sabato), non solo free vax, bensì anche chi si è inoculato i sieri sperimentali ma si è amaramente pentito perché ha compreso l’inganno e la truffa. C’è da aspettarsi la ferma reazione delle Forze armate, Polizia, Carabinieri, Finanza, Agenti della penitenziaria e di altre categorie. E gli Alberghi sono già sul piede di guerra.

Come dire, sono andati per salvare il Natale, un’altra menzogna, e si ritroveranno con le piazze piene di gente che hanno un unico obiettivo: scacciare a pedate questo regime dispotico e tutti i tirapiedi collusi nei due rami del Parlamento.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER
- Advertisement -

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

- Advertisement -

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Dall'Italia e dal mondo

Green Pass, senatrice Granato: “Fermeremo questa deriva. Draghi ci porterà alla guerra civile”

La parlamentare controcorrente rispetto al pensiero unico su virus e vaccini a iNews24 sull’obbligo del certificato verde, ha spiegato: “Intanto si può valutare un ricorso alla Corte Costituzionale, e poi sicuramente la disobbedienza civile dei cittadini può fare il resto”

Ultime dalla Calabria

Maltempo, a Cosenza scuole chiuse anche sabato 27 novembre

Tutte le scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado presenti nel territorio comunale di Cosenza resteranno chiuse...
- Advertisement -

I misteri del Covid e dei vaccini

- Advertisement -

Popolari sul Covid

- Advertisement -

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER