22 Gennaio 2022

Tumori: uso prolungato pillola aumenta rischio cancro al cervello

Stessa categoria

L’uso a lungo termine di contraccettivi ormonali puo’ raddoppiare il rischio di sviluppare il cancro al cervello. Nonostante questo, le probabilita’ che una singola donna venga colpita da questo tumore sono in realta’ estremamente piccole.

Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori della Odense University Hospital e della University of Southern Denmark (Danimarca) in uno studio pubblicato sulla rivista British Journal of Clinical Pharmacology. Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno confrontato i dati di 319 donne che hanno ricevuto una diagnosi di glioma, un tipo di tumore al cervello, con quelli di 2.126 donne senza la malattia.

Tutte le donne avevano dai 15 ai 19 anni d’eta’. Ebbene le donne che hanno fatto uso di un contraccettivo orale o di un dispositivo intrauterino che rilascia ormoni (Iud), ovvero la spirale, hanno avuto il 50 per cento di probabilita’ in piu’ di ammalarsi di tumore al cervello rispetto a chi non ha fatto uso di questi contraccettivi.

Le differenze di rischio sono aumentate del 90 per cento, poco meno del doppio, nelle donne che hanno fatto uso dei contraccettivi per 5 anni o piu’. In particolare, solo i contraccettivi progestinici sono risultati fortemente associati con il glioma, aumentando il rischio di quasi 3 volte.

Per quanto riguarda la tipologia del tumore, il rischio è risultato maggiore per il gliobastoma multiforme, il tipo di tumore cerebrale primario piu’ aggressivo. Il progesterone e’ noto per aumentare la proliferazione delle cellule del glioma ad alto grado, chiamati in laboratorio astrocitomi.

Si crede che esso aumenti il livello dei fattori di crescita, sostanze naturali che stimolano la crescita cellulare. Tuttavia, gli scienziati ritengono che al momento non e’ molto chiaro come i contraccettivi contenenti progesterone possano influenzare lo sviluppo del tumore. In ogni caso il glioma rimane un tumore raro.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Avvocati contro il Green pass respinti con violenza dalla Polizia sotto la Cassazione

Gli agenti aggrediscono gli avvocati e spintonano la parlamentare Sara Cunial che supportava i legali. "Comportamento vergnognoso" La deputata: "Attacco fisico e verbale è atto gravissimo, siamo in dittatura"

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER