Coronavirus, si aggrava il bilancio: Oltre 900 morti e 40mila contagiati


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Si aggrava il bilancio delle vittime e dei contagiati da Coronavirus in Cina. Il report quotidiano dell’Organizzazione mondiale della sanità riferisce di 909 morti, di cui 97 deceduti nelle ultime 24 ore. Il numero dei contagiati è di 40.235 persone, quasi 3.100 in più in un giorno. Le vittime da coronavirus ha superato quelli della Sars, l’epidemia scoppiata in Asia i primi anni del Terzo millennio.

La provincia più colpita è quella di Hubei, con la megalopoli Wuhan in testa per vittime e infetti. Fuori dai confini cinesi si registrano 319 casi di contagi, tra cui i 70 della nave da crociera Diamond Princess ancorata a Yokohama in Giappone. Sulla nave ci sono 35 italiani, tra cui venticinque membri dello staff. Il quadro resta quindi invariato, e i connazionali a bordo, a detta di un testimone, “stanno bene”.

Intanto, il ministro degli esteri Luigi Di Maio ha annunciato che “in queste ore sta per partire un aereo militare italiano per andare a prelevare Niccolò”, lo studente diciassettenne di Grado ancora bloccato a Wuhan.

Il blocco dei voli diretti fra Italia e Cina “resterà fino a quando la comunità scientifica ci dirà che c’è un rallentamento dei contagi” di coronavirus, ha detto ancora il ministro. “In ogni caso continueremo a supportare in ogni modo i nostri connazionali in Cina”, ha aggiunto Di Maio sottolineando che “vogliamo essere più vicini al governo e al popolo cinesi, vogliamo dare una mano al Paese amico Cina”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM