Il “paziente 1” di Codogno: “Dov’è mia moglie?” La donna, incinta, è guarita

Il 38enne di Lodi migliora a vista. Respira solo e per la prima volta ha anche parlato dopo il ricovero

Carlomagno Jeep Compass Sett. 2020 Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb
L’ospedale San Matteo di Pavia

Il primo paziente da covid-19 in Italia, il 38 enne di Codogno, dopo aver iniziato a respirare autonomamente, adesso ha cominciato anche a parlare.

Una delle prime cose che ha chiesto è se si trovasse all’ospedale di Lodi. “Dov’è mia moglie?”, ha chiesto. La consorte, che era risultata positiva, risulta guarita ed è a casa. Dovrebbe partorire a breve.

le condizioni del manager dell’Unilever, il primo a risultare positivo al coronavirus in Italia, stanno dunque migliorando.

L’uomo era stato trasferito dalla terapia intensiva a quella sub intensiva del San Matteo di Pavia dopo che i medici hanno notato che poteva respirare da solo senza l’ausilio di macchinari. Intanto da ieri, come ha riferito il sindaco di Codogno Passerini non si registrano più nuovi contagi, a circa 20 giorni dallo scoppio dell’epidemia.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb