L’esperto Oliviero: “Chi si vaccina può infettare. Con cure giuste in salvo 25mila vittime” VIDEO

"O tutti i morti erano vaccinati o sono venuti a contatto con persone vaccinate con l'antinfluenzale". Dai tamponi "farlocchi fino ai nanochip da inoculare col vaccino, che fa da complemento al 5G, al fine di avere un controllo di massa sulle persone." "La presunta pandemia organizzata a tavolino. Chi l'ha ordita va processato per crimini contro l'umanità"

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Il Dottor Francesco Oliviero: "Chi si vaccina può infettare. Con le cure giuste in salvo 25mila vittime"
Il dottor Francesco Oliviero

La chiama “presunta pandemia”, orchestrata “a tavolino” da chi siede ai piani alti del potere èlitario e globalista; un potere che andrebbe perseguito penalmente, insieme a chi esegue i suoi ordini, per aver commesso crimini contro l’umanità, istituendo un tribunale come a Norimberga, come nel dopoguerra, quando sul banco degli imputati c’erano i nazisti sconfitti nella seconda guerra mondiale.

Ci va giù duro il dottor Francesco Oliviero, medico chirurgo, psichiatra e pneumologo, che in una conferenza dell’associazione “Mille medici per la Costituzione”, – ente che ha istituito un Comitato tecnico scientifico “ombra” di cui fanno parte, tra gli altri, i medici Mariano Amici, Domenico Mastrangelo e Salvatore Rainò – , parla di deriva democratica e svela più di qualche mistero sul Covid-19, il virus cinese dietro cui, ormai è noto a molti, si nascondono migliaia di miliardi di interessi.

Il medico, che insieme a tanti altri, rifiuta il totale allineamento (o appiattimento) dei colleghi alla versione ufficiale della propaganda sulla cosiddetta emergenza sanitaria, in un lungo discorso ha raccontato, in buona sostanza, come siano evidenti gli estremi di reato per incriminare i vertici del governo, del Cts e dell’Organizzazione mondiale della Sanità per aver compiuto in primavera, e ancora oggi, una vera e propria strage, aderendo a dettami sanitari che nulla hanno di scientifico se non la volontà di perseguire altri scopi inquietanti.

E lo spiega con un tecnicismo scientifico non di facile comprensione ma che comunque riesce a dare molti spunti di riflessione anche a chi, ignaro, è lontano anni luce dalla scienza e dalla medicina. Nel video in basso (lungo ma non noioso), si potrà seguire tutto l’intervento integrale.

Tra i passaggi di interesse, il dottor Francesco Oliviero parla delle vittime, delle cure e del fantomatico vaccino, punto dolente, questo, su cui sono concentrati larghissisma parte di quegli interessi citati prima. Il medico mette in guardia: Attenzione, perché chi fa il vaccino può anche infettare gli altri con i virus contenuti all’interno del farmaco. E sostiene come i morti in primavera, “o erano tutti vaccinati o sono stati a contatto con persone vaccinate”. Poi sulle cure sbagliate. “Si potevano salvare fino ad almeno 25mila vite umane – sostiene – se solo si fosse capito, sin da febbraio, che molti pazienti morivano non per polmonite interstiziale, bensì per coagulazione intravascolare disseminata (assenza di sangue ai polmoni), che andava curata a domicilio con pochi farmaci il cui costo totale si aggira attorno a dieci euro.

Di fronte a questi pazienti, spiega Oliverio, “bastava fare l’Enoxaparina, una iniezione sottocutanea che viene fatta a casa senza bisogno di andare in ospedale; poi si sarebbe dovuto somministrare un antibiotico con un meccanismo intracellulare che si chiama azitromicina; l’altro farmaco è l’Idrossiclorochina perché nel momento in cui scoprivamo che la morte era da coagulazione intravascolare disseminata si trattava ovviamente da reazione a cascata delle citochine e, in questi casi, per evitarle, si potevano usare dei potenti immunosoppressori che possono essere o il Desametasone (cortisone), oppure appunto l’idrossiclorochina, detto Plaquenil, farmaco che viene prescritto a chi soffre di artrite reumatoide”.

Sempre secondo l’esperto “si dovevano fare delle terapie domiciliari, con i medici che dovevano recarsi a casa dei pazienti ed effettuare questo tipo di terapia. Sono convinto che se questo fosse iniziato dalla già dal mese di febbraio primi di marzo si potevano salvare 25.000 persone che sono morte per una per una mancata terapia domiciliare che costava dai 6 ai 9 euro, non più di 10. Questo è un crimine contro l’umanità che è stato compiuto, e i responsabili un giorno sono sicuro che verranno processati da una magistratura”.

Per il medico “bisognava proprio evitare il lockdown perché in questi casi è fondamentale consentire quella che noi definiamo l’immunità collettiva. Cioè permettere la libera diffusione di questo agente tra i soggetti sani proteggendo ovviamente le categorie a rischio che erano e sono i soggetti anziani che avevano fatto il vaccino antinfluenzale perché, – sottolinea Oliviero – dovete sapere che chi ha fatto il vaccino antinfluenzale l’anno scorso o i primi mesi di quest’anno, per un fenomeno che si chiama interferenza virale, aveva il 36% in più di possibilità di ammalarsi della patologia da coronavirus che si chiama Covid-19, ma si è visto dagli studi della dottoressa Bolgan, biologa molto brava che ha fatto anche un Ebook gratuito che può essere stampato da tutti su internet, che si tratta di una problematica immunologica denominata ADE, acronimo che sta per “potenziamento dipendente dall’anticorpo”. Cioè i soggetti che vengono sottoposti a una vaccinazione antinfluenzale con i comuni virus influenzali.

Quindi, per il dottore, la sintesi è: “I morti o erano tutti vaccinati col vaccino antinfluenzale oppure erano venuti a contatto con persone che non state vaccinate col vaccino antinfluenzale? Perché essendo dei virus particolari a RNA, questi virus che sono collegati con i vaccini, dopo la vaccinazione possono circolare fino a 12 settimane, quindi anche chi non è stato vaccinato ma è venuto a contatto con soggetti vaccinati può entrare in contatto con questo tipo di virus influenzale, poi se viene a contatto con un virus che ha un omologia di sequenza com’è il coronavirus, può sviluppare questa patologia gravissima da immunocomplessi”.

“Ovviamente i veri soggetti a rischio sono quelli che hanno un sistema immunitario già alterato, cioè soggetti anziani con pluripatologie. Quindi se vogliamo veramente fare una prevenzione il mio consiglio è di non fare il vaccino antinfluenzale ho cercate di non venire a contatto con chi si è vaccinato. Tra qualche giorno comincerà una campagna terribile, una vera e propria manipolazione mediatica in cui addirittura i medici di base chiameranno a casa ogni singolo paziente per indurlo a fare il vaccino antinfluenzale, quello che sta avvenendo in questi momenti e, lo dico da psichiatra, è un vero e proprio delirio paranoideo”.

“Questi vaccini – spiega ancora il dottor Oliviero – contengono metalli pesanti, nano particelle, cellule fetali abortite, cellule di cane, cellule di gatto, cellule di scimmia nanoparticelle tossiche, l’alluminio, il piombo; tutti elementi che vanno a superare la barriera ematoencefalica, creando danni enormi”.

“E qui non stiamo parlando dei vaccini che finora abbiamo conosciuto, qui stiamo parlando di Bill Gates, (il filantropo maggiore finanziatore dell’OMS diventato ultra miliardario creando virus informatici e poi gli antivirus “l’antidoto”) che vuole vaccinare 7 miliardi di persone e lui l’ha già detto: ‘Il mio sogno è somministrare il vaccino anti-covid-19 a sette miliardi di persone’. C’è un unico problema: che uno su diecimila, cioè 700.000 persone, avranno dei gravi effetti avversi da vaccino nell’arco di pochi minuti e moriranno. Per lui, Gates, settecentomila persone che in seguito alla somministrazione di un vaccino muoiono nell’arco di pochi minuti, ore o giorni, non sono un problema”.

Questo vaccino sarà per la prima volta ad acidi nucleici, quindi un vaccino RNA messaggero che verrà introdotto direttamente nel corpo e arriverà direttamente nel genoma, modificandolo. Ma questo, davvero, va oltre il sogno di Frankenstein. Qui stiamo parlando di genetica molecolare e quindi stiamo andando nel transumanesimo che praticamente ci porterà alla catastrofe. Non oso pensare quello che succederà quest’anno a chi si sottoporrà al vaccino antinfluenzale: sarà la distruzione e mi dispiace per chi lo farà”, dice il medico.

Sui tamponi – “Immaginate se facessi il tampone a tutti, se vuoi inventarti un tampone per “l’Extreme Epstein Barr Virus”, il virus della mononucleosi, la malattia che abbiamo sviluppato tutti in modo più o meno subclinico quando da giovani adolescenti abbiamo cominciato a dare i primi bacetti alla nostra amichetta o ai vostri amichetti e quella è una patologia ubiquitaria, un virus che alberga già nel nostro orofaringe, un virus che se vado a fare un tampone lo trovo. Allora siamo tutti portatori sani asintomatici di mononucleosi ‘Epstein Barr Virus’ o di ‘Citomegalovirus’ o dell’altra flora batterica che si trova nel nostro orofaringeo e nelle nostre cavità nasali. Anche in questi casi il tampone trova sicuramente delle positività. Ora, qui stiamo parlando del nulla perché stiamo vedendo che su 100 persone che fanno il tampone ancora oggi ci sono 2 persone che risultano positive, ossia il 90-95% di falsi positivi perché questo tampone praticamente va a evidenziare soltanto alcune sequenze virali non l’intero genoma virale che è composto da 30.000 basi nucleotidiche, ma meno di 100 all’interno del nostro organismo, sono altri virus simili per esempio coronavirus, quelli del raffreddore e quindi è facile trovare una positività, ma quello non significa che hai il Sars-Cov-2 e che tu possa essere contagioso. Quindi ribadisco che il tampone è un test assolutamente farlocco. E’ tutto un delirio”.

“Pensate che i primi tamponi venivano dalla Cina. Quelli erano i tamponi per il Sars-Cov-1, quello della Sars del 2003. E questi sono stati brevettati dal 2015 al 2018. Quindi – ribadisce il medico – era tutto preparato a tavolino. Non possiamo pensare che sia accaduto tutto questo perché improvvisamente il cinese abbia mangiato il pipistrello”.

Ora “è compito di tutti noi, medici e avvocati, fare qualcosa per indurre nelle persone una nuova consapevolezza, altrimenti sarà la distruzione. Tutto è stato preparato 5 anni fa, dal 2015 ad oggi, brevettando delle sequenze virali di un virus pandemico epidemico. A quel punto hanno preparato in un laboratorio manipolando tutto geneticamente e facendolo uscire tramite il pipistrello; a quel punto hanno il monopolio del vaccino perché conservano le seguenti virali”.

“Capirete dunque che è stato preparato tutto a tavolino è in modo doloso (quanto doloroso). L’obiettivo era quello di incrementare la tecnologia 5G, e nel momento in cui venivano introdotti dei microchip nel sottocute, c’era la possibilità poi di controllare da remoto la persona. All’inizio era soltanto un discorso di controllo ma si è visto che si possono anche inoculare delle informazioni quindi, delle molecole informazionali. Addirittura Colao (il consulente del governo, ndr) accennava a un vaccino che potrebbe essere introdotto da remoto ma ovviamente occorre che le persone si sottopongono al microchip; cioè deve essere iniettato sottocute. Hanno capito che questo è un serio problema perché non tutti sarebbero d’accordo a farsi iniettare il microchip e hanno sperimentato un altro tipo di tecnologia che è quella dei nanochip, quindi stiamo parlando di molecole che hanno una grandezza dei nanometri, nanometri significa miliardesimi di metro, ovvero milionesimi di millimetro. Questi nanochip verranno introdotti attraverso le vaccinazioni. Addirittura alcuni sospettano che siano stati introdotti attraverso i tamponi”.

Per Oliviero “siamo di fronte a una vera e propria deriva democratica, siamo di fronte a una situazione peggiore della seconda guerra mondiale. Quindi qui ci vuole un tribunale di Norimberga perché ci sono stati gravissimi crimini. E se Goebbels a Noriberga ha affermato di aver commesso crimini eseguendo gli ordini, occorre capire chi ha dato gli ordini dall’alto”.

IL VIDEO INTEGRALE DEL DOTTOR FRANCESCO OLIVIERO

LEGGI ALTRO SUI MISTERI DEL COVID

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM