Studio: “Il Sole uccide il virus in pochi secondi”. Tarro lo diceva a marzo 2020. Lockdown inutile

Lo afferma Mario Clerici, docente di Patologia generale alla Statale di Milano e direttore scientifico dell’Irccs, autore, insieme al gruppo di ricerca, di uno studio italiano pubblicato in prestampa. "Abbiamo dimostrato che raggi Uva e Uvb del sole nel giro di poche decine di secondi uccidono completamente il Sars-Cov-2". Avvocato Sandri: "Il popolo di "io resto a casa" sbeffeggiato dalla scienza".

Carlomagno Lancia Ypsilon ibrida Giugno 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Il noto virologo Giulio Tarro, ma anche altri scienziati non allineati alla narrativa dei cosiddetti esperti onnipresenti in tv, lo diceva sin dal marzo dello scorso anno, e cioè che il lockdown era inutile e dannoso per la salute, che per combattere i virus c’era necessità di stare all’aria aperta, preferibilmente al sole, anziché stare chiusi in casa ai “domiciliari” per evitare i cosiddetti “contagi”.

A distanza di quindici mesi arriva uno studio che conferma la validità delle teorie del virologo napoletano e che in sostanza boccia tutte le politiche di Cts e governo poiché stare chiusi ha determinato la circolazione e la permanenza del virus.

“Abbiamo dimostrato che raggi Uva e Uvb del sole nel giro di poche decine di secondi uccidono completamente il Sars-Cov-2”, afferma Mario Clerici, docente di Patologia generale all’Università Statale di Milano e direttore scientifico dell’Irccs di Milano Fondazione Don Gnocchi, autore, insieme al gruppo di ricerca dell’Istituto nazionale di astrofisica, di uno studio tutto italiano pubblicato oggi in prestampa.

“Questo studio – spiega Clerici all’Adnkronos Salute – è essenzialmente il seguito di un precedente lavoro che avevamo fatto l’anno scorso quando avevamo visto che i raggi Uvc che sono una componente dei raggi solari che però non arriva sulla terra, uccidevano il Sars-Cov-2 dopo un’esposizione di pochi secondi”.

Però gli Uvc, ribadisce Clerici, “non arrivano sulla terra, quindi quei dati erano importanti solo da un certo punto di vista. Adesso, abbiamo visto che anche gli Uva e Uvb che sono i raggi che arrivano sulla terra, ci abbronzano e ci riscaldano, nel giro di poche decine di secondi uccidono completamente il Sars-Cov-2. Dunque – sottolinea – abbiamo esattamente replicato i dati sugli Uvc però dimostrando questa volta che tutti i raggi solari distruggono il virus”.

“E fra l’altro – aggiunge l’immunologo – il tempo necessario, quando per esempio si è in spiaggia con il sole che viene amplificato dal riverbero sulla sabbia o sull’acqua, è ancora più breve. Quindi in spiaggia – afferma Clerici – bastano veramente 10-20 secondi di Uva e Uvb per uccidere completamente il virus”.

In altre parole, non solo i lockdown sono state scelte totalmente sbagliate, ma anche il divieto di assembramento si è rivelato del tutto inutile, poiché – stando ai risultati della ricerca – se si sta all’aria aperta e al sole, il virus viene ucciso in una manciata di secondi, quindi la probabilità di contagio è pressoché zero. Uno studio irlandese di aprile aveva confermato infatti che all’aperto la possibilità di contrarre l’infezione era di 1 su mille.

“Dopo i vaccinati – commenta l’avvocato Mauro Sandri sui social in merito allo studio di Clerici – che cominciano ad avere qualche timore sulla scelta fatta, ora anche il popolo di “io resto a casa” viene sbeffeggiato dalla scienza e, soprattutto, emerge che abbia contribuito alla permanenza del virus. Uscire all’aperto è una terapia, rimanere nell’antro domestico aiuta la diffusione del contagio. Lottiamo nei Tribunali perché – spiega il legale – la scienza, sedicente ufficiale, prosegua nella ricerca e dichiari che la mascherina è inutile, il virus curabile con l’ordinaria diligenza gestionale di un normale sistema sanitario, i vaccini inutili e dannosi, i test PCR un totale raggiro diagnostico”, ha concluso Sandri.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM