30 Novembre 2022

Vaccini covid, clamorosa conferma di un team di scienziati: “Nei sieri c’è il grafene”

La dottoressa indiana Poornima Wagh, fa parte di un gruppo di 18 scienziati provenienti da 7 paesi che hanno analizzato 2.305 campioni di "vaccini" Covid di 12 marchi diversi. Trovato di tutto, tranne ciò che è scritto nei bugiardini delle case farmaceutiche: "Altamente inquinati"

Correlati

La dottoressa indiana Poornima Wagh, ma che vive in America, fa parte di un gruppo di 18 scienziati provenienti da 7 paesi che hanno analizzato 2.305 campioni di “vaccini” Covid di 12 marchi diversi. Giovedì, ha discusso le sue scoperte nella parte 3′ della sua serie Scamdemic su un podcast Global Conversations ospitato da Regis Tremblay.

Come riportato da Business Insider, il co-fondatore di BioNTech Ugur Sahin ha sviluppato le iniezioni di Pfizer nel giro di poche ore nel gennaio 2020. E in soli due giorni è stato sviluppato anche il vaccino di Moderna.

Come si realizza un vaccino per un virus che non era isolato, purificato o addirittura conosciuto prima della data ufficiale della pandemia di marzo 2020? “Non puoi farlo”, ha detto Wagh. “L’intera cosa è stata pianificata con anni di anticipo”.

Non siamo riusciti a trovare la biografia di Wagh utilizzando i motori di ricerca standard, ma ha fornito una sinossi all’inizio della sua presentazione.

Credenziali dottoressa Poornima Wagh

Tutto ebbe inizio lo scorso anno quando il biologo spagnolo, il professor Pablo Campra dell’Università d’Almeria, rivelò i clamorosi risultati delle sue analisi sul vaccino Pfizer.

Il verdetto del microscopio parlò piuttosto chiaro. Nel siero c’era solo e soltanto una sostanza altamente tossica per il nostro organismo, il grafene oltre altre sostanze nocive, metalli, nanoparticelle e Hydrogel. Video e trascrizione quì

A fine gennaio 2021 un gruppo di quattro scienziati, tra cui Wagh, ha raccolto la sfida di analizzare i contenuti dei cosiddetti “vaccini” Covid. Altri scienziati si sono uniti al gruppo e al 23 agosto 2022 c’erano 18 scienziati in sette paesi. Insieme hanno ora analizzato un totale di 2.305 campioni provenienti da dodici marchi, ovvero:

  • Pfizer/BioNTech/Cominarty,
  • moderna,
  • Johnson & Johnson (J&J),
  • Novavax,
  • AstraZeneca,
  • Sinofarma (Cina),
  • Sinovac (Cina),
  • Covishield (AstraZeneca, prodotto in India),
  • Soberana 02 (Cuba),
  • Pasto Covac (Iran),
  • CanSino (Cina),
  • ZifiVax (Cina)

“Tutti noi nel nostro gruppo abbiamo utilizzato tecniche di tossicologia per studiare la biologia e la biochimica nelle iniezioni, ad es. B. mRNA, proteine ​​spike e subunità, concentrazioni di aminoacidi, concentrazione di proteine, emulsionanti, lipidi, pseudovirus e vettori virali, ecc.

“Quando possibile, abbiamo utilizzato forme speciali di microscopia dal vivo per vedere nanoparticelle e ossido di grafene ridotto. In alcuni casi, è stata utilizzata la microscopia elettronica a scansione (SEM) per fornire una maggiore chiarezza con ingrandimenti da 12.000x a 15.000x.

“Ma principalmente abbiamo usato una tecnica chiamata microscopia Raman, che è un microscopio basato su laser. Molecole come il grafene possono essere esaminate in modo eccellente con questo.

“Secondo i nostri test di tutte queste iniezioni dal febbraio 2021 e anche prima con alcuni scienziati del nostro gruppo, il contenuto effettivo di tutte queste iniezioni è identico a quello delle altre.

Tutte le iniezioni sono identiche ma portano marchi diversi come Pfizer, Moderna, ecc. e differiscono solo leggermente negli adiuvanti e nelle nanoparticelle lipidiche sintetiche.

Non c’erano sostanze biologiche in nessuna delle iniezioni testate; H. non è stato trovato alcun materiale biologico come mRNA, subunità proteiche spike, vettori di pseudovirus, ecc.

Queste iniezioni sono COCKTAIL CHIMICI mortali, non un’arma biologica ma un’arma chimica.

Il gruppo ha trovato i seguenti ingredienti in tutti i campioni esaminati:

  • Coadiuvanti (conservanti), principalmente idrossido di alluminio, ma anche alcuni altri
  • saccarosio (zucchero)
  • cloruro di sodio (sale)
  • acqua
  • Nanoparticelle lipidiche sintetiche come PEG e SM 102
  • idrogel
  • Trilioni di nanoparticelle di ossido di grafene ridotte
  • Trilioni di nanoparticelle contaminate da metalli pesanti (alluminio e altro)

Wagh ha sottolineato che è importante ricordare che ogni iniezione somministrata ha un diverso livello di tossicità. “Il nostro team ha attualmente trovato 35 diversi livelli di tossicità nelle iniezioni, che vanno da leggermente tossici a altamente tossici e tutto il resto”.

Wagh ha anche testato un lotto di 15 iniezioni di influenza per il 2021 e il 2022 e ha scoperto che hanno ingredienti identici alle iniezioni di Covid-19.

“Abbiamo anche testato alcune iniezioni di Covid-19 per bambini (10 fiale per l’esattezza). I bambini ricevono l’iniezione IDENTICA per adulti. Non c’è DIFFERENZA negli ingredienti. In rari casi, il bambino riceve la stessa dose di 0,5 ml di un adulto”, ha affermato Wagh.

Idrogel e ossido di grafene

Ha spiegato che polimeri e idrogel sono usati come nanoantenne perché hanno proprietà magnetiche. “Hanno anche la capacità di cristallizzarsi in una sorta di nanostruttura”.

L’ossido di grafene ridotto è un composto stabile che non si scompone in particelle più piccole nel corpo. È altamente magnetico, termodinamico e ha una carica piezoelettrica positiva, ha detto Wagh.

“A causa della sua carica magnetica ed elettrica positiva, l’ossido di grafene ridotto METTE IN CORTO L’INTERNO del corpo umano, portando a una massiccia infiammazione e degenerazione dei tessuti… Quindi, nelle persone vaccinate, stiamo assistendo a un enorme aumento di miocardite, pericardite, ictus , coaguli di sangue, attacchi di cuore e convulsioni. L’attività elettrica nel corpo viene completamente interrotta e nella maggior parte dei casi il corpo risponde con una massiccia infiammazione sistemica, che alla fine porta alla degenerazione e alla morte.

L’ossido di grafene è attivato dalle frequenze elettromagnetiche, in particolare le frequenze che fanno parte dello spettro 5G. L’ossido di grafene è l’ingrediente chiave negli idrogel brevettati di DARPA. Questi idrogel si trovano nelle iniezioni Covid, nei tamponi PCR e nelle mascherine.

L’idrogel che Wagh e il suo gruppo hanno trovato conferma ciò che il Dr. Carrie Madej ha avvertito. Da quando ha partecipato a una conferenza tecno-transumana ad Atlanta nel 2013, il Dr. Madej per esporre la verità sui vaccini e di conseguenza divenne noto come un “informatore del transumanesimo”. Dall’inizio della “pandemia” Covid, ha messo in guardia sugli ingredienti del “vaccino” Covid, che include l’idrogel, e sul loro scopo. In un video di luglio 2020, [timestamp 17:31], il Dr. Madej: inquinamento da metalli pesanti.

DARPA ha finanziato un’azienda che produce idrogel morbidi e flessibili che vengono iniettati sotto la pelle per monitorare la salute… si sincronizzano con un’app per smartphone per fornire all’utente informazioni istantanee sulla propria salute. Tuttavia, la nanotecnologia dell’idrogel cresce e si diffonde in tutto il corpo una volta impiantata. Non sappiamo come questo influisca sul nostro DNA. Ma sappiamo che può inviare informazioni direttamente e continuamente tramite l’intelligenza artificiale.

Di recente, sia i ricercatori tedeschi che Mike Adams hanno riscontrato la contaminazione da metalli pesanti nei campioni di vaccino. I risultati di Wagh, sebbene basati su un campione molto più ampio, servono come conferma:

“Nelle iniezioni del Covid-19 si è verificata una massiccia contaminazione da particelle di metalli pesanti come tungsteno, cromo, ferro, sodio (altamente conduttivo), stronzio, magnesio, nanoparticelle di oro e argento, piombo, antimonio, alluminio, stagno e molti altri. Questo fango di metallo pesante è molto stabile ed è attratto e depositato dai tessuti adiposi nel corpo, causando ripetute irritazioni e infiammazioni nel corpo, che a loro volta causano malattie e degenerazione del corpo. Vedi questo articolo sulla contaminazione da metalli pesanti su nanoscala dei vaccini pediatrici: nuovi studi sul controllo della qualità dei vaccini: micro e nano contaminazione”.

Una nota positiva

Wagh conclude la sua presentazione con una nota positiva:

“Il Covid-19 è stata una benedizione sotto mentite spoglie. Lo dico con la massima sincerità perché ora possiamo davvero affrontare la natura orribile di questioni come il danno da vaccino, la morte per vaccini, il monopolio di Big Pharma sulla salute umana, la distruzione della salute umana negli ultimi 120 anni o più danno da vaccino generazionale ai nostri corpi, cromosomi e mitocondri.

Ogni demone della truffa è la stessa storia del flush-and-repeat. In definitiva, si tratta di un’eradicazione massiccia e di un RESET completo attraverso lo spopolamento, la devastazione economica e sociale. Ma questa volta, il RESET è dalla parte dell’umanità ei PARASSITI sono nel loro ultimo viaggio di disperazione. Per favore, resisti, combatti duramente, non mollare MAI, sii resiliente e sappi che abbiamo un’ETÀ D’ORO davanti a noi in un TEMPO MOLTO BREVE. Ora non è il momento di arrendersi!”

Una copia di tutte le diapositive di cui Wagh ha discusso nella sua presentazione, inclusa una versione testuale, può essere trovata in fondo all’articolo qui .


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Falso in bilancio, si dimette l’intero Cda della Juventus

Dopo dodici anni lascia anche il presidente Andrea Agnelli. Gianluca Ferrero sarà il nuovo presidente. Alla base della decisione il coinvolgimento nell'indagine Prisma per falso in bilancio e dalle contestazioni della Consob

DALLA CALABRIA

Caso Bergamini, Padovano svela: “Denis ricevette una telefonata che lo stranì”

"Quel sabato mattina era normale, nel pomeriggio ricevette una telefonata che lo stranì ma non conosco il contenuto della...

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER