26 Settembre 2022

Spazio, lanciati nuovi satelliti Galileo. Servono per i Gps Ue

Correlati

Il momento della separazione dei due satelliti Galileo (Esa)
Il momento della separazione dei due satelliti Galileo (Esa)

Continua a crescere la costellazione dei satelliti Galileo, il sistema europeo di navigazione satellitare nato dalla collaborazione fra Unione Europea e Agenzia Spaziale Europea (Esa). Nella notte dell’11 settembre, alle 04,08 ora italiana, un lanciatore Soyuz partito dalla base europea di Kourou (Guyana Francese) ha portato in orbita a 23.500 chilometri i satelliti 9 e 10.

“Il dispiegamento del sistema europeo Galileo sta avvenendo rapidamente”, ha spiegato in una nota Jan Woerner, Direttore Generale dell’Esa. “Aumentando costantemente il numero di satelliti nello spazio e parallelamente quello di nuove stazioni di terra in varie parti del mondo – ha aggiunto – Galileo avrà presto una portata globale. Il giorno in cui Galileo sarà pienamente operativo si sta avvicinando. Sarà un grande giorno per l’Europa”.

In programma c’è già il lancio di altri due satelliti entro la fine dell’anno. I due dispositivi hanno completato i test nel centro tecnico di Esa (Estec) a Noordwijk, nei Paesi Bassi, e vengono ora preparati alla fase di lancio.

Il momento del lancio dei satelliti Galileo dalla base europea di Kourou, Francia
Il momento del lancio dei satelliti dalla base europea di Kourou, Francia

Il prossimo anno le attività subiranno un’ulteriore accelerazione considerando che sono ormai completati anche i test sul lanciatore Ariane 5 che potrà da adesso raddoppiare il carico di satelliti Galileo. Ad ogni lancio potrà portare in orbita ben 4 satelliti.

Con questi nuovi lanci il sistema Galileo si avvicina sempre più all’attivazione dei primi servizi, che potrebbero partire già dal prossimo anno, mentre il completamento della costellazione composta da 30 satelliti è prevista per il 2020.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Russia-Ucraina, Putin mobilita l’esercito: “L’Occidente ha superato i limiti di aggressione”

Spirano venti di guerra globale. Chiamati 300mila riservisti. Il presidente della federazione russa avverte: "L'Occidente ha deciso per la minaccia nucleare contro di noi. Io dico all'Occidente (e alla NATO): "Abbiamo parecchie armi per rispondere. Non è un bluff". Intanto è stato indetto un Referendum per l'indipendenza del Donbass

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER