6 Ottobre 2022

Doping, Alex Schwazer fuori da Rio 2016: squalificato per 8 anni

Correlati

Doping, Alex Schwazer fuori da Rio 2016: squalificato per 8 anni
Alex Schwazer

Alex Schwazer, il campione olimpico della 50 km a Pechino 2008, è stato condannato ad una squalifica di 8 anni per doping. Lo ha deciso il Tas, (Tribunale arbitrale dello Sport) accogliendo la richiesta della Iaaf di squalificarlo dopo aver accertato che il marciatore italiano era risultato positivo nel controllo antidoping dello scorso gennaio.

Alex Schwazer, che si trova a Rio de Janeiro per le Olimpiadi, dovrà fare quindi i bagagli. La pesantissima condanna segna per il campione la fine della sua carriera. “Sono distrutto”. E’ questo il primo commento del marciatore 31enne, che appresa la notizia è rimasto in silenzio per 45 minuti. Il campione ha evitato i cronisti dicendo “Abbiate rispetto”.

Schwazer era stato trovato positivo in un controllo antidoping effettuato a sorpresa dalla Iaaf (International Association of Athletics Federations) presso la sua abitazione di Racines, in provincia di Bolzano.

L’altoatesino è recidivo: già nel 2012, a pochi giorni dalle Olimpiadi di Londra ammise in conferenza stampa che aveva assunto sostanze dopanti. Alex Schwazer sperava di poter tornare in pista a Rio 2016. Si allenava intensamente tutti giorni, nella speranza che il verdetto del Tribunale sportivo fosse di clemenza. Ma così non è andata.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Elezioni in Brasile, è ballottaggio tra Lula e Bolsonaro. Jair: “Contro tutto e tutti, vinceremo”

Il candidato progressista si è fermato al 48,43% nonostante i sondaggisti lo davano vittorioso al primo turno. Il presidente uscente ha ottenuto il 43,2 percento, ma ha sbancato il congresso ottenendo almeno 99 seggi. Doppio turno il 30 ottobre.

Vaccini covid, clamorosa conferma di un team di scienziati: “Nei sieri c’è il grafene”

La dottoressa indiana Poornima Wagh, fa parte di un gruppo di 18 scienziati provenienti da 7 paesi che hanno analizzato 2.305 campioni di "vaccini" Covid di 12 marchi diversi. Trovato di tutto, tranne ciò che è scritto nei bugiardini delle case farmaceutiche: "Altamente inquinati"

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER