Rogo mortale a Cosenza, fiaccolata in ricordo delle tre vittime

Carlomagno

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE
 
SEGUICI SUI SOCIAL
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

La fiaccolata in ricordo delle tre vittime dell'incendio sviluppatosi in un appartamento nel centro storico di Cosenza

“Rispetto e dignità per il quartiere” è il coro intonato da un gruppo di ragazzi che ha partecipato alla fiaccolata svoltasi ieri sera a Cosenza in ricordo delle tre vittime del tragico rogo di corso Telesio.

“Vogliamo ricordate Antonio, Roberto e Serafina, ma allo stesso tempo ricordiamo alla politica che è da anni che denunciamo la tragica situazione del nostro centro storico: incuria, abbandono e mancanza di politiche strutturali” ha detto del Stefano Catanzarisi del Comitato Piazza Piccola.

Alla fiaccolata, partita da piazza Valdesi, hanno partecipato 200 persone, che giunte dinnanzi al palazzo del rogo, hanno recitato una preghiera e deposto una corona di fiori. Nell’incendio, il 20 agosto scorso, sono morti Antonio Noce, il nipote Roberto Golia e la fidanzata di quest’ultimo, Serafina Speranza.

Intanto proseguono le indagini della Squadra mobile, coordinate dalla Procura della Repubblica, per stabilire le cause del rogo. Al momento la Procura non esclude alcuna ipotesi sull’origine dell’incendio, che potrebbe essere anche doloso.