Armi e droga, in carcere 7 persone condannate

I destinatari dei provvedimenti di carcerazione sono noti alle forze dell'ordine perché, nel febbraio del 2018, erano stati arrestati assieme ad altri nell'ambito di un'operazione "All Ideas". Pene da 4 a sette anni

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Catanzaro hanno eseguito sette ordini di carcerazione nei confronti di altrettanti soggetti.

I destinatari dei provvedimenti sono noti alle forze dell’ordine perché, nel febbraio del 2018, erano stati arrestati assieme ad altri nell’ambito di un’operazione “All Ideas” contro un’organizzazione dedita al traffico di sostanze stupefacenti, alla detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e alla detenzione illegale di armi.

Gli ordini di carcerazione sono stati emessi dall’Ufficio esecuzioni penali della Procura a seguito di un’ordinanza emessa dalla Cassazione che si è espressa per l’inammissibilità del ricorso presentato dagli stessi arrestati.

L’operazione “All Ideas” aveva consentito di sgominare un’organizzazione che operava nella zona sud della città dedita allo spaccio di droga anche attraverso la distribuzione della sostanza stupefacente affidata a minori allo scopo di eludere i controlli delle forze dell’ordine.

Le persone arrestate sono state portate in carcere dove dovranno scontare pene dai 4 ai 7 anni di reclusione.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER