5 Febbraio 2023

Concussione, arrestati nel Siracusano due consiglieri comunali

I Carabinieri dell’Aliquota Operativa del Comando Compagnia di Noto e della Stazione di Portopalo di Capo Passero (Siracusa), a conclusione di un’articolata indagine, condotta anche con l’ausilio di attività tecniche, in mattinata, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza cautelare emessa dal gip presso il Tribunale di Siracusa, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 2 consiglieri del...

Messina Denaro, procuratore De Lucia: “Stop a speculazioni sull’arresto”

Secondo il capo della Procura di Palermo non ci sono "ombre" sulla cattura del superlatitante. "E' tutto trasparente e pubblico. Le forze di polizia hanno svolto un grande lavoro. Indagine impeccabile"

Nel primo covo di Messina Denaro poster, scarpe, palestra e l’asse da stiro

Ecco il video girato dal Ros dei Carabinieri. Gli inquirenti ora sospettano che ci siano altri prestanomi, oltre a Bonafede, ad aver coperto il latitante negli altri 28 anni di latitanza, dal 1993 fino al 2020. Nel covo trovati documenti di identità contraffatti coi nomi e i dati di altre persone realmente esistenti

Messina Denaro, arrestato Andrea Bonafede. Gip: “Inserito in Cosa nostra”

E' stato arrestato ieri sera Andrea Bonafede, l'uomo di Campobello di Mazara che ha "prestato" la sua identità al superboss Matteo Messina Denaro. Il giudice per le indagini preliminari Alfredo Montalto ha accolto la richiesta della Procura di Palermo guidata da Maurizio De Lucia, dall'aggiunto Paolo Guido, e dal pm Piero Padova. L'indagato è accusato per il reato previsto dall'art....

Messina Denaro, perquisizioni a tappeto nel trapanese

Non c'è tregua a Campobello di Mazara, luogo dove il boss Matteo Messina Denaro avrebbe passato tempo della sua lunga latitanza prima dell'arresto di lunedì a Palermo. Scoperti i primi tre covi, non è escluso che non ve ne siano altri, non solo a Campobello ma anche a Castelvetrano, centro del trapanese dove il capomafia ha cominciato a muore...

Messina Denaro in carcere sorridente e sereno: “Comportamento anomalo al 41bis”

Il boss mafioso è stato trasferito ieri notte nel penitenziario di massima sicurezza de L'Aquila dove è ristretto in regime di carcere duro. All'interno, il capobastone ha trascorso la notte e ha già fatto la sua prima "ora" d'aria. Sarebbe indagato anche il suo oncologo

Qatargate, arrestata la commercialista della famiglia Panzeri

Mandato d'arresto europeo spiccato dalla magistratura belga per Monica Rossana Bellini, accusata, come gli altri soggetti coinvolti nell'inchiesta, di associazione per delinquere, corruzione e riciclaggio. Nelle scorse settimane era già stata perquisita dalla Guardia di finanza

Messina Denaro, trovato il covo del boss a Campobello. Indagato medico che lo curava

Si trova a Campobello di Mazara, nel trapanese, paese del favoreggiatore Giovanni Luppino, finito in manette ieri insieme al capomafia. Il nascondiglio è stato perquisito dagli investigatori del Ros in presenza del procuratore aggiunto. Non è ancora noto cosa sia stato trovato all'interno. Potrebbe non essere l'unico. Denaro è nel carcere dell'Aquila

Arresto Messina Denaro, Andrea Bonafede esiste realmente. I pm lo hanno interrogato

Il "prestanome" non avrebbe risposto alle domande degli inquirenti. Nel documento falsificata solo la foto. Il boss siciliano aveva anche la sua tessera sanitaria con cui faceva le terapie per la sua malattia. Gli inquirenti cercano di ricostruire la fitta rete di fiancheggiatori che in questi trent'anni di latitanza hanno dato supporto e aiuto al boss trapanese. E spuntano colletti bianchi e massoneria

Arresto di Messina Denaro, procuratore: “Latitanza boss favorita anche da certa borghesia”

Indagini ad ampio raggio per scoprire rete di protezioni che coinvolge livelli più in alto. Le condizioni di salute del boss, malato di tumore al colon con metastasi "sono compatibili con il carcere", dicono gli inquirenti. Matteo Messina Denaro è stato bloccato in strada, nei pressi di un ingresso secondario della clinica. Il capomafia non ha opposto resistenza agli specialisti di Ros e Gis

NOTIZIE DALLA CALABRIA